Massimo Morgia
Massimo Morgia

Mantova, 29 gennaio 2019 - Il Mantova è partito alla volta del ritiro in Liguria dove domani alle 14.30, con gara ad eliminazione diretta (in caso di parità al 90' decideranno i rigori), sfiderà la Sanremese per cercare di conquistare l'accesso alle semifinali di Coppa Italia di serie D.

Un altro traguardo di assoluto prestigio che la squadra di mister Morgia è decisa ad inseguire con tutte le sue forze in questa stagione che sta vedendo i biancorossi grandi protagonisti. La rifinitura mattutina ha confermato che la compagine virgiliana punterà anche in vista di questo impegnativo confronto sul 4-3-3 che è diventato ormai il marchio di fabbrica della gestione di Massimo Morgia. Il tecnico del Mantova, pur avendo ribadito a chiare note di voler provare in tutti i modi a passare il turno, deve cercare di dosare le forze in vista dei contemporanei impegni di un campionato che sta regalando un inesauribile testa a testa con il Como per la promozione in serie C. Domenica, infatti, i biancorossi dovranno scendere nuovamente in campo per ospitare l'Ambrosiana e dovranno farlo con l'obbligo di continuare a volare a pieni giri e senza poter contare sugli squalificati Giacinti e Manzo.

Una situazione che conferma un altro concetto caro al tecnico virgiliano che indica nel gruppo la vera forza del suo Mantova. In questo senso mister Morgia dovrà cercare di variare le forze a sua disposizione domani a San Remo, cercando nello stesso tempo di presentare in campo una formazione che possa essere competitiva e dire la sua fino in fondo per conquistare l'ambita semifinale. E' questa la riflessione che ha guidato l'allenatore biancorosso nella scelta del tridente, che, salvo ripensamenti dell'ultima ora, avrà il compito di mettere in difficoltà la difesa ligure. Partiranno infatti dal 1' Alma, Ekuban e Yeboah, che avranno il compito di far fruttare il gioco che il resto della squadra cercherà di costruire. Rispetto alla gara vinta in casa dell'Olginatese, dove la capolista si è presentata con non poche assenze, cambieranno parecchi interpreti, dunque, ma il Mantova non vuole mutare minimamente la voglia di vincere che lo sta accompagnando dall'inizio di questa stagione vissuta di gran carriera.