Il Mantova
Il Mantova

Caravaggio (Bergamo), 18 aprile 2019 - Il Mantova non si concede distrazioni e fa bottino pieno in casa del Caravaggio, ma il Como risponde vincendo a Villafranca e quando mancano ormai solo due partite al traguardo conserva due lunghezze di vantaggio sui biancorossi. Dal campo veronese non sono giunte le novità sperate dalla formazione virgiliana, che in terra bergamasca, pur conquistando i tre punti in palio e tenendo fede alla volontà di lottare sino in fondo, ha ricevuto altre notizie sgradite come l’infortunio che ha costretto Minincleri ad uscire in barella poco prima della mezzora e l’ammonizione che obbligherà Cecchi a saltare per squalifica il prossimo incontro con il Sondrio.

Due problemi per il centrocampo biancorosso in vista della penultima giornata di Campionato che si giocherà il 28 aprile al “Martelli”, ma per il momento quello che conta è l’ennesima prova di forza del gruppo guidato da mister Morgia, che ha messo al sicuro il successo già nel primo tempo, nonostante la voglia di farsi valere degli orobici, ben decisi a festeggiare la certezza della salvezza da poco raggiunta con un risultato di prestigio con il Mantova. Proprio per questo intento sono i biancorossi di casa i primi a partire con il piede sull’acceleratore. Il primo tentativo verso la porta è del Caravaggio, ma il tiro-cross di Crotti non impensierisce Borghetto.

La prima conclusione degli ospiti giunge al 12’, con un colpo di testa di Ferri Marini sugli sviluppi di una punizione di Minincleri, ma Dominici non si lascia sorprendere. Al 15’, però, i virgiliani passano in vantaggio. Minincleri batte un angolo che Dominici non riesce ad allontanare. Ne nasce così una mischia che viene risolta dalla botta vincente di Cuffa. Il vantaggio degli ospiti ravviva la partita. Il Caravaggio cerca di rispondere subito con Crema, ma la sfera sorvola la traversa, mentre sul fronte opposto Ferri Marini e Altinier vanno a caccia del raddoppio. Al 25’ la formazione di mister Morgia deve fare i conti con una tegola imprevista. Minincleri si accascia a terra. I sanitari entrano in campo per risolvere il problema, ma è costretto a dare forfait e viene sostituito da Giacinti. La gara, intanto, si fa sempre più viva e al 40’, dopo un rigore richiesto dai locali al 35’ (pochi minuti dopo il vantaggio siglato dal Como a Villafranca) per fallo su Comelli, Crotti si porta al tiro a distanza ravvicina da Borghetto, ma non riesce a dare la giusta deviazione alla sfera e il portiere ospite può annullare la minaccia. Sulla replica il Mantova raddoppia.

Giacinti serve Ferri Marini che pennella un invitante cross in area per Scotto che in due tentativi riesce a superare Dominici. Il 2-0 carica la compagine virgiliana che solo 2’ più tardi firma il tris con una precisa conclusione di Altinier. A questo punto la vittoria è saldamente nelle mani della squadra di Massimo Morgia e la ripresa non offre particolari spunti. Dopo un botta e risposta tra Ferri Marini e Crotti rimasto senza esito, Silvestro viene anticipato con una tempestiva uscita da Dominici. I bergamaschi non riescono a riaprire la gara e al 28’ Altinier viene atterrato in area da Gambarini per un rigore che Ferri Marini trasforma in modo preciso per il poker che sancisce ulteriormente il successo del Mantova che nel finale sfiora anche la cinquina con Varano e subisce al 3’ di recupero la rete della bandiera dei tenaci bergamaschi con Tchaouna, liberatosi tutto solo davanti a Borghetto. La notizia più sgradita il Mantova la riceve un minuto più tardi, quando giunge la conferma che il Como, pur soffrendo tantissimo sino alla fine con un Villafranca in dieci, è riuscito a mantenere stretto il 2-1 che lo conferma in vetta alla classifica.

CARAVAGGIO-MANTOVA 1-4 (0-3)

Caravaggio (4-3-3): Dominici 6; Carollo 6 (22’ st Gambarini 6), Lamesta 6, Mboup 6, Concina 6; Zanola 6,5, Crema 6 (5’ st Tchaouna 6), Ababio 6; Personé 6,5 (10’ st Granillo 6), Crotti 6,5 (35’ st Turlini sv), Comelli 6 (15’ st Mangili 6). A disposizione: Mazzoli; Pirovano; Bertolotti; Alushaj. All: Marco Bolis 6.
Mantova (4-3-3): Borghetto 6; Musiani 6 (15’ st Galazzini 6), Baniya 6, Manzo 6,5, Silvestro 6; Minincleri 6 (27’ pt Giacinti 6), Cuffa 6,5 (10’ st Bertozzini 6), Cecchi 6; Ferri Marini 6, Altinier 6,5 (31’ st Ferrari 6), Scotto 6,5 (28’ st Varano 6). A disposizione: Brazinskas; Alma; Cherubin; Tosi. All: Massimo Morgia 6,5.
Arbitro: Alberto Ruben Arena di Torre del Greco 6.
Reti: 15’ pt Cuffa; 41’ pt Scotto; 43’ pt Altinier; 29’ st Ferri Marini; 48’ st Tchaouna.
Note: ammoniti: Cecchi; Giacinti; Ababio – angoli: 4-1 – recupero: 1’ e 4’ - spettatori: 250 circa.