I tifosi biancorossi seguono con grande interesse il mercato della società di viale Te
I tifosi biancorossi seguono con grande interesse il mercato della società di viale Te

Mantova, 12 luglio 2018 - La stagione del "nuovo" Mantova targato Setti non è ancora cominciata, ma le premesse sembrano davvero buone. In effetti, pur senza dimenticare che il campo è il solo giudice che conta, la società di viale Te sta allestendo un organico che sembra avere davvero le carte in regola per cercare di vincere il Campionato di serie D. Al momento devono essere ancora messe a posto in modo definitivo le "tessere" che riguardano i giovani, ma, al di questi particolari, sembra che il gruppo che sta nascendo e che verrà messo a disposizione di un tecnico abituato a lottare per il primato come Massimo Morgia sia fornito di qualità indiscutibili.

Un discorso che vale in modo particolare per l'attacco, che, ultimo solo in ordine di tempo, ha accolto Luigi Scotto, esterno sinistro ventisettenne che ha giocato e vinto l'ultima stagione nelle fila del Rieti. Proprio nella squadra laziale ha giocato con Cuffa e Minincleri, che ritroverà in terra virgiliana e con i quali spera di poter rivivere le soddisfazioni che ha sperimentato nel corso di un anno arricchito da 32 presenze e 16 gol. Un bottino di reti che, unito a quelli che possono vantare Ferrari, Ferri Marini, Yeboah e lo stesso Minincleri, permette al Mantova di contare su un reparto avanzato che è una autentica bocca di fuoco. Toccherà a Mister Morgia, che predilige giocare con le tre punte, trovare gli equilibri ed il modo per sfruttare al massimo le doti di giocatori che hanno già dimostrato di poter fare la differenza in serie D.

In attesa che il nuovo tecnico biancorosso trovi la giusta "miscela" per l'attacco, gli uomini di mercato virgiliani sono alla ricerca di un inserimento in difesa. In effetti il passaggio di Eddy al Tuttocuoio sta per liberare una "casella" che dovrà essere occupata in maniera adeguata, così come il recente arrivo a centrocampo del giovane Vincenzo Silvestro non dovrebbe rappresentare l'ultima operazione per il reparto di mezzo che si appresta a salutare in modo ufficiale Palma che sta per compiere il percorso opposto rispetto a Minincleri, Cuffa e Scotto e sta per approdare nel Rieti.