Mantova, 14 maggio 2018 - La stagione del Mantova è finita e adesso, forse come non mai, è fondamentale cercare di analizzare la situazione per capire quello che potrà essere il futuro della squadra biancorossa. La sconfitta (assai pesante nei contenuti, anche se la qualificazione del Campodarsego solo ai supplementari ha confermato che i play off sono davvero un Campionato a parte) patita ad Arzignano ha impedito alla formazione di mister Cioffi di raggiungere la finale e, salvo colpi di scena più o meno clamorosi, ha spento le speranze di ripescaggio della compagine virgiliana.

Un epilogo accolto con delusione dagli stessi giocatori, ma anche con rabbia e amarezza da parte dei circa duecento tifosi presenti in terra vicentina che hanno fatto sentire la loro protesta. L'allenatore virgiliano ha tentato di analizzare il brutto passo falso patito ad Arzignano e di proiettarsi ugualmente in avanti. "Dispiace aver perso in questo modo - è stata la riflessione di Renato Cioffi - Il risultato comunque dice che loro sono stati più forti di noi. Ci hanno creduto di più e noi, pur avendo giocato il primo tempo alla pari in tutto e per tutto, nella ripresa abbiamo arretrato il nostro raggio d'azione. Abbiamo poi subito il secondo gol in modo del tutto evitabile e così, dopo essere andati vicini al 2-2, abbiamo permesso ai loro affondi di farci male".

Una sconfitta che dev'essere esaminata pure in base a quello che ha offerto l'intera stagione: "E' un peccato aver perso questa semifinale perché eravamo comunque riusciti a realizzare qualcosa di importante. Con i ragazzi abbiamo dato vita ad uno splendido recupero che ci ha portato a conquistare i play off con una giornata di anticipo. Questa sconfitta e la prestazione non all'altezza delle aspettative di qualcuno ci deve portare ad esaminare cosa è mancato e cosa non funziona. Forse qualcuno ha sentito l'importanza della partita, ma questo può farci capire che, magari, non siamo ancora pronti per un certo tipo di discorso. In ogni caso dobbiamo vedere quello che non è andato per il verso giusto e che ci ha portato a concludere nel peggiore dei modi una stagione che comunque dev'essere vista nella giusta luce. Non possiamo certo dimenticare quello di buono che è stato fatto da questo gruppo".