Trattore rubato
Trattore rubato

Mantova, 7 dicembre 2108 - Aveva appena rubato un trattore agricolo Fiat DT 100-90, dal valore di 25mila euro, asportandolo in un’azienda agricola a Redondesco, e probabilmente dava già per scontato di avercela fatta. Invece nelle zone di Casalromano, verso le ore 3 della notte scorsa, un’attenta pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Canneto sull’Oglio, diretta in prima persona dal comandante Maresciallo Maggiore Marco Casula, si è insospettita nel vedere un mezzo agricolo marciante in strada a quell’ora. Cosi i militari hanno intimato l’alt all’uomo che lo conduceva, che immediatamente ha fermato il mezzo e si è dato a precipitosa fuga in mezzo ai campi e, aiutato dalla fitta nebbia, si è velocemnte dileguato. I Carabinieri sono cosi risaliti al proprietario del mezzo, F.P. 60enne di Calvisano che, una volta avvisato, si è accorto dell’ammanco del trattore ma ha potuto subito riaverne il possesso. L’uomo, in evidente stato di soddisfazione per l’operato dei militari, si è congratulato con loro.

“L’episodio dimostra ancora una volta quanto le nostre pattuglie siano impegnate, anche a notte fonda e anche in mezzo a fitta nebbia, a perlustrare attentamente il territorio, al fine di perseverare il nostro quotidiano contrasto ai reati predatori” spiega il Capitano Gabriele Schiaffini Comandante della Compagnia Carabinieri di Viadana, “e i nostri controlli proseguiranno senza sosta, soprattutto in questo periodo di avvicinamento alle festività natalizie per tenere d’occhio le zone più a rischio, comprese quelle commerciali, dove i malintenzionati possono provare a mettere a segno furti o rapine, approfittando magari dei maggiori incassi del periodo ” prosegue l’Ufficiale “o di abitazioni lasciate incustodite per giorni a causa delle vacanze dei proprietari.”

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, Colonnello Fabio Federici, esprime il suo vivo apprezzamento per la brillante operazione di servizio e per il positivo obiettivo  conseguito, che dimostra l’impegno quotidiano dei militari finalizzato a contrastare i reati predatori che comportano una drammatica alterazione della percezione della sicurezza da parte dei cittadini.