Mattia Palazzi
Mattia Palazzi

Mantova, 24 novembre 2017 - Choc in Comune a Mantova. Secondo quanto riporta l'Ansa, il sindaco Mattia Palazzi, Pd, è indagato dalla procura di Mantova per concussione. L'accusa è di aver chiesto favori sessuali​ a una rappresentante di un'associazione culturale cittadina, in cambio di contributi comunali da erogare allo stesso sodalizio.

Ma lui si è subito difeso: "Non ho mai chiesto favori a nessuno abusando del mio ruolo di sindaco, conosco quella signora ma non vi è mai stato nulla di privato con lei. Alla fine il Comune concesse solo il patrocinio ad una iniziativa dell'associazione". Il primo cittadino ha precisato che il Comune concesse il patrocinio ad un'iniziativa dell'associazione di cui fa parte la donna che lo accusa «lo scorso inverno, ma senza dare soldi". Sempre secondo l'Agenzia, i carabinieri del nucleo investigativo di Mantova ieri hanno sequestrato, nell'abitazione del primo cittadino, cellulare, pc e tablet; sequestro del telefonino anche per la donna coinvolta nella vicenda e per la presidente dell' associazione.

Palazzi ha subito incassato la solidarietà di Giorgio Gori, collega primo cittadino di Bergamo e candidato del Pd alle Regionali della prossima priomavera: "Lo conosco molto bene - ha detto - è proprio mio amico, non ci credo nemmeno se lo vedessi. So che è una persona per bene e spero che avrà occasione il prima possibile di dimostrarlo". Allargando il discorso al tema della corruzione in Lombardia, Gori ha quindi aggiunto: "Ci sono stati in questi anni ancora episodi molto gravi, il tema della legalità a noi sta molto a cuore, non per fare moine ma come metodo di lavoro. Si tratta di scegliere persone oneste, secondo me noi sappiamo chi sono quelli onesti". Anche il segretario regioanle del Pd, Alessandro Alfieri, si schiera con Palazzi: "E' una vicenda che va chiarita al più presto - ha dichiarato - nell'interesse di tutti e della città di Mantova. Allo stesso tempo posso dire che conosco da tanti anni Mattia Palazzi e so che è un amministratore capace. Sono certo che dimostrerà la sua estraneità ai fatti contestati".