Piante di marijuana sequestrate

Mantova, 28 settembre 2018 - Guardia di Finanza in azione nel Mantovano: sequestrata una piantagione di marijuana e denunciato a piede libero M.G., giovane mantovano colto nell’atto di recidere le piante coltivate nei mesi estivi nel campo del padre. Complessivamente sono state rinvenute e sequestrate 8 piante di marijuana dell’altezza media di mt. 1,80, già recise, tutte in stato di infiorescenza e composte ognuna da diverse ramificazioni e cime, 8 grossi vasi ancora contenenti il terriccio e gli steli appena tagliati, 6 flaconi di fertilizzanti utilizzati per la piantagione e una forbice utilizzata, unitamente ad un machete, per recidere le predette piante. Le piante sequestrate, del peso complessivo di circa 15 kg, avrebbero consentito - una volta essiccate - di realizzare almeno 3 chilogrammi di marijuana per un valore stimato di circa 5 mila euro.

Il ventisettenne mantovano, incensurato, è stato denunciato a piede libero per il delitto di coltivazione illecita di marijuana. Il risultato conseguito si inquadra nell’ambito di un’attività di servizio volta alla repressione dei reati previsti e puniti dalla normativa sugli stupefacenti, che negli ultimi due mesi aveva già visto i finanzieri impiegati in servizi di osservazione e controllo del territorio volti ad individuare il responsabile di una coltivazione di marijuana, a Guidizzolo. In quella circostanza, le piante di canapa indiana erano state occultate nella fitta vegetazione del campo limitrofo all’abitazione della famiglia del giovane e celate alla vista dei passanti da grossi macchinari agricoli. Ed è proprio nel corso di un ulteriore servizio di appostamento che i finanzieri sono riusciti ad identificare il ventisettenne incensurato, il quale indossando un passamontagna e un mantello di nylon per occultare la propria persona e brandendo un machete di medie dimensioni, è stato colto nell’atto di trasportare su una carriola alcune piante di marijuana appena recise.