Mantova, 23 febbraio 2018 - La procura di Mantova ha chiesto il rinvio a giudizio per nove persone accusate di ricostituzione del disciolto partito fascista. Si tratta dei fondatori dei Fasci italiani del lavoro: Claudio e Fiamma Negrini, padre e figlia di Sermide (Mantova), dei fratelli Elvira e Nestore Tormene di Verona (il secondo deceduto), Sergio De Biasio e Simona Graz di Verona, Pasqua Lombardo di Bologna e i palermitani Marco Piraino e Giuseppe Ridulfo.