Mantova, 26 agosto 2015 - Nel giro di due settimane si registra il secondo caso di febbre del Nilo nel Mantovano. Un 94enne di Moglia dal 16 di agosto è ricoverato all'ospedale di Suzzara dove è stato trovato positivo al virus inoculato dalla zanzare tigre. La conferma è arrivata oggi dalle analisi. Il Comune di Moglia, come prevede il protocollo Asl, ha già predisposto la disinfestazione della zona dove abita l'uomo. L'operazione verrà ripetuta tra una settimana. Un 71enne di Pegognaga si trova ancora ricoverato all'ospedale di Mantova per la febbre del Nilo ed è in via di guarigione. Nel nosocomio del capoluogo è ricoverato in gravi condizioni anche un 69enne di Revere con i sintomi della West Nile Disease, ma si è ancora in attesa di una conferma dagli esami sierologici. E' appena di martedì la notizia di due casi di Febbre del Nilo anche in provincia di Lodi. A settembre un anziano era morto nel Cremonese.