Carabinieri
Carabinieri

Mantova, 5 luglio 2018 - Avvicinavano le loro vittime nei cimiteri o in altri luoghi frequentati spesso da anziani. Raccontavano di loro vecchie conoscenze comuni o di averle incontrate in passato negli ospedali della zona.Insomma chiacchiere per conquistare la fiducia dei più sprovveduti e indifesi. Gli investigatori dell'Arma hanno appurato che le due truffatrici avevano collezionato almeno una decina di colpi tra Castel Goffredo, Guidizzolo e Piubega. Sottoposto il fascicolo alla Procura della Repubblica di Mantova, sono scattati gli arresti. Sono finite in manette R. C. 52 anni e J. C. 35: entrambe nomadi risiedevano nel campo rom di Casalmaggiore nel Cremonese. La prima è stata trasferita nel carcere di Mantova, la più giovane invece è ai domiciliari.