Elezioni politiche e regionali in Lombardia (Newpress)

Lodi, 5 marzo 2018 - Ieri, domenica 4 marzo, è stato l'election day. Si è votato in tutta Italia per le elezioni politiche - per scegliere i nuovi rappresentanti di Camera e Senato - ma in Lombardia si è votato anche per scegliere il nuovo presidente della Regione, e quindi il nuovo consiglio regionale, composto da 79 consiglieri (più il governatore). I cittadini lombardi, quindi, al seggio hanno ricevuto tre schede. 

Nel collegio uninominale della Camera vince il centrodestra che elegge Claudo Pedrazzini (45,7%) davanti a Mauro Soldati (25,5%) del Pd e Luciano Frugoli (22%) del Movimento 5 Stelle.

GUARDA LO SPECIALE CON TUTTI I RISULTATI

AFFLUENZA - È un voto in linea con il trend lombardo quello che ha riguardato il Lodigiano, dove alle 23 avevano votato il 77% degli aventi diritto, contro una media lombarda appena superiore, al 78%. Unica eccezione Abbadia Cerreto, dove al seggio si sono recati oltre l’85% degli aventi diritto (nel 2013 erano stati l’81%). Sopra la media anche Casalmaiocco, con l’81%.  Flessione a Lodi città, dove alle 23 avevano votato il 77,57% degli elettori, nel 2013 la media era stata appena sopra l’80%. La media provinciale è in linea con il cpaoluogo: 77,2 % il dato alle 23, tra le più basse a livello regionale. Qui, come un po’ ovunque, disagi ai seggi, con lunghe code che si sono registrate per l’intera giornata.