Vittorio Codeluppi
Vittorio Codeluppi

Lodi, 7 dicembre 2020 - Commercio, il mese di dicembre è stato in alcuni casi superiore alle aspettative come incassi, ma l’incertezza è ancora molta. Ad affermarlo sono le associazioni di categoria del territorio, come Confcommercio Lodi e Basso Lodigiano: "Le stime confederali parlavano di un calo del 18-20% circa rispetto al 2019, previsione che in alcuni casi è stata confermata, mentre in altri è stata disattesa, perché i mancati incassi sono stati inferiori – spiega il segretario generale Isacco Galuzzi – da un lato è vero che questo è un territorio particolare, che ricorre molto al commercio di vicinato e che la mobilità verso l’esterno non è stata possibile, però si sono persi giorni importanti come la Vigilia, che è stata di zona rossa. A tenere bene è stato il settore delle botteghe di alimentari come panifici, macellai e salumieri".

Resta invece da verificare la questione cashback: "Sicuramente è stato positivo per i negozi di vicinato e sempre più persone si attiveranno per accedervi, però l’avvio è stato affannosocontinua Galuzzi – sui saldi invece la situazione non peggiorerà finché saremo zona gialla o arancione. Non così se si tornerà in “rosso“. Sicuramente i saldi sono una buona occasione per i commercianti perché ottengono liquidità per pagare i costi fissi, ma non possono essere un momento di sviluppo economico.

Federmoda prevede comunque un calo del 20%, pari a un miliardo, a livello nazionale rispetto ai saldi 2019". Anche per i commercianti di Asvicom dicembre è stato superiore alle aspettative: "C’è stata una grande voglia di ripresa, e a registrare migliori performance sono stati quei commercianti che hanno innovato i modelli di business, come quelli di alimentari con le consegne anche nei piccoli paesi fuori Lodi, quelli di abbigliamento con la consulenza ai clienti da remoto da parte di esperti di moda e barbieri e parrucchieri con il cambio di orari – dice il presidente Vittorio Codeluppi – però è presto per quantificare gli effetti del cashback di Natale. Sicuramente si inserisce in quella tendenza, attiva già da qualche anno, che ha visto in crescita i pagamenti elettronici". Anche Codeluppi non si sbilancia sui saldi, che in Lombardia partono oggi: "Siamo moderatamente positivi, ma i saldi funzionano se la gente può uscire in sicurezza a fare acquisti".