Lodi, 23 maggio 2018 - E' Lodi la provincia lombarda che ha fatto registrare la maggior crescita dell’export verso gli Emirati Arabi Uniti nel 2017 con un +23,5%, pari a 4,5 milioni in più di merci esportate. A dirlo è la Camera di Commercio: la Lombardia esporta a Dubai macchinari, moda e apparecchi elettrici, il Lodigiano in particolare prodotti manifatturieri, specie prodotti chimici (75,1% del totale) che passano da 14,5 a 17,8 milioni di euro (+22,1%), apparecchi elettrici il cui export cresce di 1,5 milioni (+674%) arrivando a 1,7, quindi macchinari (-1%) e metalli (+123%).

«Quasi il 100% del mio fatturato è relativo ad esportazioni in Emirati, Arabia Saudita, Qatar – afferma Paola Bonacina, 48 anni, che vive nel Lodigiano dal 1996 ed ha la propria sede legale a Tavazzano, dove vive –. Questi mercati erano già il mio target quando ho messo a punto la strategia, prima ancora di avviare la start up, nel gennaio 2014: sono nata e cresciuta a San Donato, nel laboratorio artigianale di pellame dei miei zii, e sognavo creazioni tutte mie. Da quattro anni realizzo schizzi e poi realizzo con le mie stesse mani borsette artigianali di lusso, guardando prima ai colori e alla qualità del materiale che alla forma. Per lavorare con pellami esotici serve una documentazione specifica. Mi sono formata come autodidatta e sono andata a tutti gli incontri tra aziende di Promos, l’agenzia camerale: è stato un percorso duro ma il brand col mio nome è uscito su riviste prestigiose. Ora lavoro con terzisti artigiani e professionisti per curare ogni aspetto dell’attività. E mia figlia Francesca, 16 anni, che studia a Londra, ogni tanto mi consiglia».

«Due anni fa abbiamo preso parte al Beauty world Middle East a Dubai con il nostro esportatore negli Emirati: a quella fiera abbiamo trovato il nostro cliente in Ucraina» spiega Marta Maradini, 33 anni, che si occupa del marketing della Vertigo srl di Somaglia, società a conduzione familiare nata nel 1985 ed ora guidata dal marito, Pietro Solari, 41 anni: col marchio ‘dott. Solari cosmetics’ producono e vendono (una dozzina i dipendenti) prodotti professionali per capelli (colorazione, trattamenti, styling). «Quest’anno saremo al Cosmoprof di Las Vegas. Il 70% del fatturato è in Italia, dove abbiamo una settantina di distributori (che poi vendono ai parrucchieri). Il nostro primo cliente estero è stato, nel 2011, la Russia, grazie al supporto del Consorzio Lodi Export. Ora abbiamo importatori di riferimento in Polonia, Spagna, Grecia, Ungheria, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ucraina e Emirati: a Dubai abbiamo ancora ampi margini di miglioramento ma la qualità del made in Italy è molto richiesta in tutto l’est. Durante la crisi abbiamo continuato a crescere, investendo in immagine, packaging, marketing».