Quotidiano Nazionale logo
12 apr 2022

Un’odissea lunga dieci anni “Consegnata” l’ex discarica

Dopo la bonifica, il sito è stato affidato alla Exxro per la gestione nei prossimi cinque anni

mario borra
Cronaca
Il “passaggio di mani“ dalla Provincia di Lodi all’operatore che si è aggiudicato il bando
Il “passaggio di mani“ dalla Provincia di Lodi all’operatore che si è aggiudicato il bando
Il “passaggio di mani“ dalla Provincia di Lodi all’operatore che si è aggiudicato il bando

di Mario Borra

Provincia di Lodi e comune di Casale consegnano l’ex discarica in località Coste Fornaci alla ditta per la gestione post operativa per i prossimi 5 anni. Si chiude definitivamente una fase critica, in cui gli enti territoriali hanno dovuto recuperare le risorse necessarie per la bonifica del maxi impianto (oltre 3,8 milioni, coperti da stanziamenti regionali ed escussione di polizze fidejussorie), iniziata nel 2018.

La discarica era stata chiusa nel 2012, dopo che la magistratura aveva aperto un’inchiesta con l’accusa di stoccaggio di quantitativi di rifiuti superiori a quanto stabilito e in seguito al fallimento della ditta che la gestiva, Pantaeco. Al termine della bonifica, l’impianto è tornato nelle mani della Provincia per i prossimi 30 anni: promosso un bando per la gestione post operativa, ieri mattina c’è stata la formale consegna alla ditta aggiudicatrice, la genovese Exxro, da parte dei rappresentanti di Provincia e Comune.

"La collinetta di pattume sarà monitorata a livello ambientale, come la combustione in torcia dei gas prodotti dalla fermentazione, il recupero del percolato e il controllo delle acque di falda, oltre alla verifica delle strutture per la protezione del terreno" ha detto l’assessore all’ecologia Alfredo Ferrari. "In futuro, chissà che non si possa puntare alla rinaturalizzazione del sito".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?