Lodi, 13 aprile 2018 - Viaggiava sul treno diretto a Milano, completamente ubriaco, e dava fastidio agli altri passeggeri. La vicenda è accaduta giovedì intorno alle 16. L’uomo, M.B., 46 anni, di origine marocchina, che ha raccontato alle forze dell’ordine di vivere a Genova anche se di fatto risulta senza fissa dimora, si stava aggirando tra i vagoni importunando i pochi presenti sul convoglio regionale veloce che da Bologna è diretto a Milano.
Preoccupati per l’atteggiamento dell’uomo, i passeggeri hanno subito informato il capotreno di quello che stava accadendo. E infatti è stato proprio il responsabile del convoglio a chiamare le forze dell’ordine e a fermare il mezzo alla stazione di Lodi, informandoche stava accadendo qualcosa di particolare.

Avvicinato dalla polizia in stazione a Lodi, dove il treno è rimasto fermo per oltre 20 minuti, e invitato a scendere, il marocchino di 46 anni ha dato in escandescenza urlando contro gli agenti. Nel giro di pochi istanti l’uomo è stato portato negli uffici della Questura in piazza Castello da dove ne è uscito con una denuncia a piede libero per interruzione di pubblico servizio e ubriachezza molesta.