Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 feb 2022

"Non dobbiamo dimenticare le lezioni imparate durante la pandemia"

Monito del parroco. L’Amministrazione ha fatto tappa alla stele regalata dal presidente Mattarella e poi al monumento di via Collodi

22 feb 2022
L’omaggio al monumento alle vittime del Covid di via Collodi
L’omaggio al monumento alle vittime del Covid di via Collodi
L’omaggio al monumento alle vittime del Covid di via Collodi
L’omaggio al monumento alle vittime del Covid di via Collodi
L’omaggio al monumento alle vittime del Covid di via Collodi
L’omaggio al monumento alle vittime del Covid di via Collodi

"Le vicende della pandemia non siano solo un ricordo, una cronaca reiterata negli anniversari, ma una memoria sul senso della fase emergenziale, aperta, prospettica e costruttiva in un periodo epocale". Le parole del parroco, Monsignor Iginio Passerini risuonano nella chiesa parrocchiale di San Biagio, davanti alle massime autorità del territorio nel giorno in cui proprio qui a Codogno, due anni fa esatti, all’ospedale di viale Marconi veniva isolato, per la prima volta, il virus del Covid in un paziente. Allora, il centro storico era ancora animato di gente, tra lo stupore e la curiosità dopo che si era sparsa la notizia del primo caso, ma sarebbe stato ancora per poco: da lì a poche ore, infatti, la città sarebbe stata chiusa, insieme ad altri nove comuni, nella cosiddetta zona rossa per cercare di arginare un fenomeno che però, nei fatti, era già diventato pandemico. Negozi ed uffici sbarrati, libertà di movimento fortemente limitata: la realtà per i codognesi e per i residenti degli altri comuni (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini) fu questa per i successivi drammatici giorni. Ieri mattina l’amministrazione comunale, con il sindaco Francesco Passerini in testa, ha dapprima fatto tappa al cimitero cittadino per commemorare tutte le vittime (furono oltre 150 solo nel mese di marzo del 2020, saliti a 242 in tre mesi), fermandosi davanti alla stele che ricorda la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, avvenuta il 2 giugno di due anni fa. Poi tutti al monumento ai caduti di via Collodi, inaugurato esattamente un anno fa, dove le autorità si sono soffermate di nuovo in silenzio per alcuni minuti. La santa messa successiva è stata un momento di preghiera e ricordo con la presenza delle rappresentanze di associazioni, forze dell’ordine, amministratori pubblici e delle istituzioni provinciali, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?