I premiati dal prefetto di Lodi Giuseppe Montella nel pomeriggio di ieri all’interno della Sala dei comuni di Palazzo San Cristoforo
I premiati dal prefetto di Lodi Giuseppe Montella nel pomeriggio di ieri all’interno della Sala dei comuni di Palazzo San Cristoforo

"Queste persone devono essere un esempio per le nuove generazioni". Così il prefetto di Lodi Giuseppe Montella ha aperto, nel pomeriggio di ieri, la cerimonia per la consegna delle onorificenze ai meritevoli che si sono contraddistinti per l’impegno durante la prima zona rossa scattata nei dieci Comuni del Lodigiano. Un evento sobrio ed emozionante che ieri si è tenuto nella sede della Provincia. Sono stati 13 i cittadini premiati dalla Prefettura di Lodi con l’onorificenza al Merito della Repubblica (altri 12 verranno insigniti stasera). Applausi ieri per Sabrina Carpanzano, Dario Mazzeo, Michele Valverde, Elena Luigia Fumagalli, Maria Giacomino e Marina Marudi, addetti della Prefettura di Lodi che più si sono distinti durante la prima zona rossa del 2020 lavorando all’interno della sala operativa; poi per il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Lodi Giuseppe Di Maria, Francesca Marinella Fusto della Questura di Lodi, Luigi Biasco della Guardia di finanza di Lodi, il comandante dei carabinieri della provincia di Lodi Massimo Margini, Paolo Bernocchi direttore sociosanitario dell’Asst di Lodi, Alfredo Piroli della Bcc Centropadana e Giovanni Scietti, ex sindaco di Graffignana, e medico di base. "È un riconoscimento per persone che si sono contraddistinte per laboriosità e capacità – ha sottolineato il prefetto Montella –. È un momento importante".

C.D.