Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 mag 2022

Lodi, minacce e molestie: allontanati due uomini

52enne e un 53enne non potranno più avvicinarsi alle ex compagne. Violenze fisiche e psicologiche

23 mag 2022
paola arensi
Cronaca
Le vittime hanno sporto denuncia temendo per la loro incolumità
Le vittime hanno sporto denuncia temendo per la loro incolumità
Le vittime hanno sporto denuncia temendo per la loro incolumità
Le vittime hanno sporto denuncia temendo per la loro incolumità

Lodi - La Questura di Lodi torna a combattere la violenza di genere. Dopo i numerosi provvedimenti presi nei mesi scorsi dal questore Nicolino Pepe, la squadra mobile ha notificato l’allontanamento immediato dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa, emessi dal gip del Tribunale di Lodi, su richiesta della locale Procura, a carico di un 52enne romeno del Lodigiano. La compagna 62enne ha chiesto aiuto alla polizia per minacce, ingiurie, violenza fisica e psicologica, compiuti, secondo le forze dell’ordine, abusando della condizione di inferiorità psico-fisica della donna, costretta a subire atti sessuali. Ora l’uomo dovrà difendersi dalle accuse. A Vigevano, nel Pavese, invece è stato disposto un divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa emesso dal gip di Lodi, sempre su richiesta della locale Procura, a carico di un 53enne italiano. La moglie, ex convivente, di 56 anni, residente nel Lodigiano, sarebbe stata minacciata e molestata dall’interessato. La vittima ha denunciato le vicende perché teme per la sua incolumità e per quella del figlio minore. Ora saranno quindi accertate le eventuali responsabilità.

Nell’ambito delle misure di prevenzione, il Questore di Lodi ha emesso anche alcuni provvedimenti di diverso genere: avviso orale a carico di una 45enne, residente in provincia e arrestata ad aprile per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti; avviso orale a carico di un 19enne residente a Lodi e gravato da diversi precedenti penali e di Polizia, per fatti avvenuti quando era minorenne. Fino all’arresto, nel mese di marzo, per rapina aggravata in concorso ai danni di minore. L’interessato è tuttora sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico; avviso orale a carico di un 50enne residente in provincia, responsabile di svariati episodi di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, commessi a bordo dei treni delle ferrovie lombarde ai danni del personale (dal 2021 ad oggi); foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno a Mulazzano, per un anno, nei confronti di un 35enne residente in provincia (a marzo avrebbe commesso un furto ai danni della locale parrocchia).

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?