Quotidiano Nazionale logo
21 gen 2022

Lodi Vecchio, scatta l'operazione 'scuole sicure'

Sanificazione straordinaria dei tre plessi dell'istituto omnicomprensivo "A. Gramsci"

carlo d'elia
Cronaca
sanificazione scuole
Sanificazione scuole a Lodi Vecchio

Lodi Vecchio (Lodi), 21 gennaio 2022 - A Lodi Vecchio è scattata l'operazione "scuole sicure". Si è svolta nella serata di ieri una sanificazione straordinaria dei tre plessi dell'istituto omnicomprensivo "A. Gramsci". A coordinare l'attività è stato il vicesindaco e assessore all'istruzione Debora Cremonesi, insieme ai volontari dei Fratelli SEA e della Protezione Civile.

Per tutta la serata si sono occupati di sanificare le aule, i corridoi, i bagni e i locali della refezione scolastica della scuola dell'infanzia, della primaria e della secondaria. Con questo intervento l'amministrazione comunale ha posto ancora una volta l'attenzione alla salute e alla sicurezza dei nostri bambini, di tutto il personale docente e ATA che frequentano ogni giorno l'ambiente scolastico. "Per noi mettere in sicurezza le scuole è fondamentale - spiega il sindaco di Lodi Vecchio, Osvaldo Felissari -. Abbiamo agito, come già fatto in altre occasioni, per poter rendere ancora più sicura la situazione nei nostri istituti che al momento è sotto controllo, o comunque ci sono dei casi registrati di positività, ma nulla di rilevante rispetto alla media provinciale e regionale".

Per Lodi Vecchio, comune a una manciata di chilometri da Lodi, l'emergenza Covid è stata molto più dolorosa all'inizio. Tra la fine del 2020 e il 2021, per quasi due mesi, il Comune è stata in prima linea nel territorio per affrontare il problema dei pazienti Covid positivi che non potevano tornare a casa per concludere il periodo di isolamento. Per questo il sindaco di Lodi Vecchio, Osvaldo Felissari, si era fatto avanti per coordinare l'attività coinvolgendo una struttura privata, il Lodivecchio hotel di via Nazioni Unite, che negli anni precedenti il più grande centro migranti del territorio, trasformandolo in una delle poche strutture ad aver ottenuto l’ok dall’Ats della città metropolitana per diventare un Covid Hotel con 25 stanze singole a disposizione e pochissimi spazi comuni. I primi tre pazienti erano arrivati il 9 novembre 2020, poi il picco della seconda ondata era stato raggiunto dalla struttura nell’ultima settimana di novembre del 2020, fino alla chiusura di febbraio 2021.

Un impegno non da poco per l'amministrazione comunale che poi in città ha portato anche altre iniziative, come le sanificazioni gratuite per i negozi. Un'attività ancora oggi esistente. "Continuano le sanificazioni nei negozi, mettiamo a disposizione i nostri addetti per effettuare degli interventi in oltre cinquanta attività della nostra zona - spiega il primo cittadino di Lodi Vecchio -. Dopo il ritorno della pandemia, nelle ultime settimane, abbiamo intesificato questo genere di attività".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?