Via alla deratizzazione a scuola
Via alla deratizzazione a scuola

Lodi, 11 giugno 2019  - Scuola materna "Serena" chiusa per topi. Stamattina, all'apertura dell'istituto, un topo è stato visto aggirarsi all'interno dei locali che ospitano 185 bambini di 5 classi. Proprio ieri il Comune, già allertato sul fatto che fosse stata notata la presenza dei roditori, aveva predisposto la deratizzazione esterna: "Il Comune era stato allertato due giorni fa. Siamo partiti subito con l'intervento esterno, mentre quello interno era in programma oggi pomeriggio, una volta chiusa la scuola - spiega l'assessora all'Istruzione Giuseppina Molinari -. Non ce n'è stato il tempo. Dato che alcuni bambini, 4 o 5, erano già a scuola quando è scattato l'allarme è stato deciso in questo momento, attorno alle ore 10.30, di trasferirli alla vicina scuola media Don Milani, raggiungibile a piedi. Ci stiamo organizzando per predisporre loro il pasto. E' già stata firmata l'ordinanza e disposta la chiusura della scuola per oggi e domani, anche se non escludiamo di protrarla fino a venerdì 14 giugno. Da mercoledì 12 giugno, comunque, i bambini saranno ospitati presso la scuola elementare Arcobaleno di via Tortini, dove verranno garantiti tutti i servizi regolari, dal pre e post scuola alla mensa. A questo punto infatti è necessario un intervento approfondito, soprattutto per capire i topi dove si infilano, per cui non escludiamo di valutare in giornata un'ordinanza di chiusura per più giorni, sempre fornendo l'alternativa alle 185 famiglie presso l'Arcobaleno".

Topi alla Serena erano già stati segnalati da tempo: era già capitato di trovare escrementi. Una prima deratizzazione era stata compiuta verso la fine dello scorso anno, quando, per lo stesso motivo, era stata chiusa la scuola Pezzani: "Alla Serena non è la prima volta che vengono segnalati topi all'esterno, su quel plesso c'è un problema. Questa volta bisogna trovare l'origine" - conclude Molinari. Proprio lunedì il Girotondo, nido confinante con la materna Serena, era rimasto chiuso perché al mattino era stato trovato un senzatetto che vi dormiva all'interno.