Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
1 mag 2022

Isola Carolina riaperta al pubblico: è stata subito invasione festosa

Le novità sono i giochi inclusivi i vialetti interni tutti rifatti e un’area dedicata allo sgambamento dei cani

1 mag 2022
I bambini hanno voluto subito “testare“ i giochi posizionati al centro del parco
I bambini hanno voluto subito “testare“ i giochi posizionati al centro del parco
I bambini hanno voluto subito “testare“ i giochi posizionati al centro del parco
I bambini hanno voluto subito “testare“ i giochi posizionati al centro del parco
I bambini hanno voluto subito “testare“ i giochi posizionati al centro del parco
I bambini hanno voluto subito “testare“ i giochi posizionati al centro del parco

Complici la lunga attesa e la bella giornata di sole i lodigiani si sono riversati ieri in gran numero all’Isola Carolina per godere della riapertura del parco dopo la conclusione dei lavori del primo lotto di riqualificazione avviato l’inverno scorso. Le famiglie con bambini hanno così potuto fruire dei nuovi giochi inclusivi installati al centro del parco, percorrendo i nuovi vialetti interni, che sono proprio stati spostati e rifatti. I giochi mancavano da lungo tempo nell’area verde ai piedi del centro storico tanto cara ai lodigiani.

Nella nuova “versione“, ancorché parziale e tutt’altro che definitiva dell’Isola Carolina, c’è anche l’area dedicata allo sgambamento cani, realizzata in un reliquato di terreno ai piedi di piazzale 3 agosto. La Giunta guidata da Sara Casanova ha speso circa mezzo milione di euro per questa prima fase. Mancano la fontanella per i cani, la sistemazione della passerella di accesso da piazza Castello e il contestato arretramento della recinzione su viale Dalmazia, che lascerebbe “incustoditi“ e a libera fruizione anche notturna, i due viale principali. Un intervento programmato ma che sarà affrontato eventualmente dalla prossima Giunta. La storia dell’Isola Carolina, infatti, è già stata finora ricca di colpi di scena: al fine di progettarne una più ampia riqualificazione per anni nel parco è mancata la manutenzione. Poi la bocciatura del progetto Bay e dell’ampliamento della sede del Parco Adda. Ora l’arrivo dei nuovi giochi, che comunque il Cleba si ripromette di valutare. L.D.B.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?