Incendio alla canna fumaria
Incendio alla canna fumaria

San Colombano al Lambro, 10 gennaio 2019 - La canna fumaria era inceppata: il fumo del camino si è dunque infiltrato nei muri, surriscaldando le pareti fino a raggiungere i 100 gradi. E' accaduto in serata, poco dopo le ore 18,30 in un'abitazione a due piani a San Colombano. La proprietaria, quando ha visto il fumo uscire attraverso le pareti, ha chiamato i Vigili del Fuoco: sono intervenuti i distaccamenti volontari di Casalpusterlengo e di S.Angelo. Gli operatori hanno impiegato un paio d'ore per riuscire a riportare la situazione sotto controllo.

Dato che la canna fumaria era ostruita, con l'accensione del camino il fumo ha cominciato a fuoriuscire da piccole crepe nei muri mentre le pareti del piano superiore dell'abitazione si sono surriscaldate: i Vigili del fuoco, dopo aver estinto le fiamme partite dal camino, hanno dovuto forare i muri della camera da letto al piano superiore per far scendere la temperatura delle pareti, grazie anche al freddo esterno. La stanza e l'intero piano superiore, sia per la breccia aperta verso l'esterno, sia per l'annerimento dovuto al fumo, sono stati dichiarati inagibili: la donna, che era coi due figli maggiorenni, è stata diffidata dall'utilizzo di quella parte dell'abitazione fino al ripristino dei locali con l'intervento di un muratore oltre che di un tecnico per la canna fumaria. L'intera abitazione è anche dotata di un normale impianto di riscaldamento a metano.