Quotidiano Nazionale logo
28 gen 2022

I pericoli del web spiegati ai genitori

A Lodi in 150 alla serata di confronto sulla tema della sicurezza dei minori che navigano su Internet

paola arensi
Cronaca
L’incontro è nato nell’ambito di. Im-Patto Digitale, progetto voluto dalla Fondazione Comunitaria
L’incontro è nato nell’ambito di. Im-Patto Digitale, progetto voluto dalla Fondazione Comunitaria
L’incontro è nato nell’ambito di. Im-Patto Digitale, progetto voluto dalla Fondazione Comunitaria

di Paola Arensi Boom di partecipanti alla serata online su minori e Internet, promossa da Fondazione Comunitaria provincia di Lodi. Si sono collegate 151 persone tra mamme, papà e addetti ai lavori. L’obiettivo, far capire ai genitori che esistono strumenti per aiutare i propri figli in un utilizzo più sicuro e costruttivo della Rete che altrimenti, spesso, diventa un pericolo. L’incontro è stato introdotto da Giulia Spoldi, coordinatrice degli eventi di formazione per il progetto Im-Patto Digitale, avviato dalla Fondazione Comunitaria di Lodi per contrastare il divario digitale e finanziato da Fondazione Cariplo e dall’Impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Dopo di lei è intervenuta Annalisa Fattori, dirigente scolastico del Morzenti, che ha segnalato la preziosa collaborazione dell’Associazione Genitori Morzenti in questa iniziativa, "pensata per definire ancora meglio le regole del patto che è necessario stipulare, tra docenti e genitori, in tema di corresponsabilità educativa a livello digitale". "Partecipazione e qualità di interventi come questo dimostrano l’attenzione delle famiglie alla tematica del digitale – ha commentato Mauro Parazzi, presidente della Fondazione Comunitaria di Lodi – e permettono di guardare a Internet e ai computer come a strumenti che portano anche dei vantaggi, se vengono utilizzati con consapevolezza e responsabilità. Il progetto Im-Patto Digitale ha anche questo obiettivo, oltre a quello di superare il digital divide sotto il profilo materiale". "Dire che non esistono regole e leggi per affrontare in sicurezza il mondo digitale non è corretto. Le norme esistono, ma spesso i genitori non se ne rendono conto o comunque non le applicano, con la conseguenza di mettere a rischio i figli". Lo ha detto chiaramente la relatrice criminologa, avvocato Stefania Crema, nell’incontro “Genitori oggi tra virtuale e reale“. È stato ribadito che "la cameretta è il luogo privilegiato dove i ragazzi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?