Quotidiano Nazionale logo
14 feb 2022

Pugni, cinghiate e una pietra in faccia dopo la partita di calcio: giovane pestato a Lodi

La vittima dell'aggressione è stata portata in ospedale. Nei guai tre minorenni

paola arensi
Cronaca
L'intervento della polizia
L'intervento della polizia

Lodi, 14 febbraio 2022 - Botte dopo la partita di calcio, indaga la Questura. La polizia di Lodi sta cercando di far luce su quanto sarebbe avvenuto dopo una partita tra minorenni. Al termine della sfida, disputata a Lodi, è stato infatti necessario allertare il 118 per un giovane che sarebbe stato aggredito da tre calciatori. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, si parla di calci, pugni, cinghiate e persino di una pietra scagliata sul volto del malcapitato. La denuncia è stata sporta il giorno seguente dai genitori.

Fortunatamente il ferito, accompagnato per le cure al pronto soccorso, se l’è cavata con una prognosi di cinque giorni, ma la paura è stata tanta. E ora gli aggressori risponderanno dell’accaduto. Sono finiti nei guai tre minorenni, di cui uno non imputabile in quanto minore di 14 anni. La polizia riferisce che si tratta di soggetti noti alle forze dell’ordine, in quanto già segnalati per una serie di reati avvenuti di recente e sempre contro altri coetanei.

E’ poi arrivata una richiesta di aiuto da via Fascetti. In questo caso un ragazzino ha spiegato di essere stato rapinato da coetanei. La tempestiva segnalazione ha permesso agli inquirenti l’identificazione di tre minorenni, fra cui anche in questo caso un minore di 14 anni, cui è stato contestato il reato di rapina in concorso. Sono infatti accusati di aver sottratto alla vittima di 15 anni una piccola somma di denaro. Per i tre giovani è scattata la segnalazione alla Procura per i Minori di Milano e ai servizi sociali competenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?