Quotidiano Nazionale logo
7 apr 2022

Costi aumentati, l’ampliamento della piazzola ecologica traballa

Codogno, il presidente di Asm: "Possibile solo coi fondi Pnrr. Non c’è alcuna urgenza"

L’allargamento della piazzola ecologica di via della Fornace potrebbe anche slittare “sine die“ qualora non arrivassero i fondi statali previsti nel Piano di rinascita e resilienza: infatti, Asm ha preso atto che i costi dei materiali indispensabili per portare l’oasi di stoccaggio dei rifiuti, con nuovi servizi e spazi più moderni ad alta tecnologia, dagli attuali 1.500 metri quadrati ai 3.400 futuri, sono sensibilmente aumentati.

Almeno il trenta per cento in più rispetto a qualche mese fa quando il progetto era stato approntato in via definitiva. E se non arrivassero i fondi statali, l’ente di viale Trieste sarebbe intenzionato a “congelare“ l’intervento almeno per il momento non ritenendo opportuno spendere una cifra notevolmente più alta rispetto all’iniziale budget di circa 600 mila euro.

"Vedremo l’andamento del mercato delle materie prime, sperando che i costi calino – spiega il presidente di Asm, Andrea Negri –. Se lo Stato elargisse una cifra sufficiente a coprire anche gli aumenti, potremmo procedere. In caso contrario, con risorse proprie, diventa difficile pensare di spendere soldi in più quando, al momento, non abbiamo grandi urgenze e potremmo anche proseguire con la situazione attuale".

M.B.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?