Un convoglio Trenord
Un convoglio Trenord

Milano, 21 febbraio 2020 -  Dando seguito all’ordinanza emessa da Regione Lombardia il 21 febbraio 2020 che al punto 8 indica la “interdizione dei mezzi pubblici” dalla giornata di sabato 22 febbraio i treni non effettueranno fermata nelle stazioni di Codogno, Maleo e Casalpusterlengo. In particolare: i treni della linea Milano-Piacenza non effettuano fermata a Codogno e Casalpusterlengo; i treni della Mantova-Cremona-Milano non fermeranno a Codogno. Il servizio è sospeso totalmente sulle linee Pavia-Codogno e Cremona-Codogno. A seguito dell’ordinanza inoltre sarà sospesa l’attività di biglietteria presso le stazioni di Codogno e Casalpusterlengo. Il provvedimento sarà in vigore fino a nuova comunicazione da parte dell'autorità. Le informazioni sono disponibili sull’App Trenord e sul sito trenord.it e nelle stazioni.

Trenord inoltre ha emesso una circolare rivolta a tutti i dipendenti in tema di prevenzione. "Indossate le mascherine". Trenord, la società che eroga il trasporto pubblico ferroviario in Lombardia, ha invitato i propri dipendenti a difendersi dal Coronavirus in caso di "ragionevole sospetto". Un avviso - spiega l'azienda - coerente con le  "indicazioni emanate dal ministero della Salute" rivolto soprattutto al personale presente sui treni e dedicato all'assistenza dei viaggiatori e inoltrato per conoscenza,a tutti i dipendenti dell'azienda ferroviaria. 

Le mascherine - spiega Trenord - fanno parte della dotazione di primo soccorso presente negli impianti di manutenzione e nelle biglietterie e sono disponibili per tutti gli altri dipendenti nel deposito del personale mobile di Milano Porta Garibaldi. L'azienda invita il personale a "evitare contatti ravvicinati" con le eventuali persone segnalate. Tra le altre indicazioni quella di "lavarsi spesso le mani, evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute, non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani e coprire la bocca e il naso in caso di sternuti o colpi di tosse".