La pista crollata
La pista crollata

Castelgerundo (Lodi) - Camairago e Cavacurta, località di Castelgerundo, sono momentaneamente in parte "separate". Questo è dovuto al crollo, segnalato alle 3.15 di ieri 6 giugno, del ponte della ciclabile che unisce due località e il vicino Comune di Castiglione. Il cedimento, per fortuna, è avvenuto in un momento in cui il tragitto era deserto e di conseguenza non si registrano feriti. I carabinieri della compagnia di Codogno hanno avvisato il sindaco Daniele Saltarelli, grazie alla segnalazione di un passante diretto nella vicina cascina: "Sono andato in posto. Ci siamo attivati subito perché si tratta di un passaggio molto frequentato e soprattutto il fine settimana. Tanto che, alle 5, avevamo già segnalato l’accaduto sui social network. Il ponticello si trova dopo il cimitero di Camairago – ha chiarito il sindaco – Per fortuna in quel momento non c’era nessuno che lo stava attraversando, ma si dovrà provvedere presto al ripristino, già programmato nell’immediato, per risolvere il disagio".

Il Comune già due mesi fa aveva segnalato alcuni cedimenti, su un fianco dello stesso ponte, al Consorzio Muzza: "Erano prontamente intervenuti per il ripristino. Però, probabilmente, la situazione sottostante era più grave e quindi stanotte è crollato tutto – osserva l’amministratore –. Comunque noi siamo subito intervenuti, abbiamo transennato e bloccato l’accesso nei due punti, lato cimitero e lato cascina San Vito, un tratto di circa 300 metri (il crollo è avvenuto a metà percorso, al termine del boschetto, ndr.) e adesso il Consorzio è già venuto a controllare e sta abbassando il livello dell’acqua e domani (oggi lunedì 7 giugno per chi legge, ndr.) sarà eseguito un sopralluogo specifico. Si prevede, comunque, un intervento rapido per il ripristino".

È necessario risolvere il problema anche per salvare il periodo dell’irrigazione. Il passaggio, infatti, serve molto per il transito dei mezzi agricoli verso il campo più vicino al cimitero.