Il presidente della Provincia Francesco Passerini
Il presidente della Provincia Francesco Passerini

Codogno (Lodi), 21 settembre 2019 - Sarà ospitato al primo piano del palazzo di via Pietrasanta. dove fino a poco tempo fa erano attivi gli uffici dell’Ats: torna dunque in città, finalmente, il Centro per l’Impiego. Dopo alcuni anni di stop, la chiusura dei locali di via Verdi e l’accentramento presso lo sportello del capoluogo, ora è arrivata l’inversione di rotta. La “capitale della Bassa” riavrà il punto di riferimento per chi cerca lavoro. Gli ambienti, a pochi passi dal centro, sono già accoglienti (l’Ats aveva effettuato lavori di riqualificazione quando decise di trasferirsi all’interno dello stabile) e, dopo alcune rifiniture, tutto è pronto per aprire le porte al servizio.

Recentemente è stato effettuato pure un sopralluogo che ne ha certificato la bontà dell’operazione a livello logistico. L’arrivo dunque sembra imminente anche se al momento non ci sono ancora date certe. «Dobbiamo ancora definire la questione a livello del personale, ma la decisione è comunque presa - precisa il sindaco di Codogno e presidente della Provincia Francesco Passerini - Ora attendiamo la definizione dopo la sottoscrizione dell’accordo tra Provincia e Regione e le risorse che verranno messe a disposizione».

Dunque è iniziato il conto alla rovescia. Già a gennaio scorso, quando l’Agenzia per le politiche attive del lavoro (Anpal) aveva effettuato un sopralluogo al centro per l’impiego di Lodi, Passerini aveva sottolineato l’obiettivo di riaprire quello di Codogno. «L’esigenza c’è e la richiesta pure- aveva spiegato - In anno vi sono circa 2400 persone che accedono al servizio solo a Lodi e molti della Bassa devono spostarsi, tra tante difficoltà, nel capoluogo».Per quanto riguarda gli interventi da pianificare a Codogno, resta quello sull’ascensore esterno, ormai fermo da un anno circa: a breve sarà rimesso in moto dopo la sostituzione di alcune schede non funzionanti.