Sopralluogo da parte dei vigili del fuoco all'Itis Cesaris
Sopralluogo da parte dei vigili del fuoco all'Itis Cesaris

Casalpusterlengo (Lodi), 12 aprile 2018 - I pompieri hanno rinvenuto una bomboletta di spray al peperoncino normalmente utilizzata per la difesa personale. E', al momento, l'indiziato numero uno per spiegare quanto è avvenuto questa mattina attorno alle 11.30 all'interno della palestra dell'Itis Cesaris di Casale che ha portato sedici studenti di una seconda classe all'ospedale compreso il professore di ginnastica. Per quanto accaduto sono stati denunciati due studenti maggiorenni per interruzione di pubblico servizio, procurato allarme e lesioni personali. 

I ragazzi sono sono stati colpiti da irritazione agli occhi, bruciore alla gola e lacrimazione. Il personale della scuola è stato costretto a far suonare la sirena dell'evacuazione per far uscire circa 1400 studenti in quanto nessuno, in quel momento, sapeva quale sostanza si era sprigionata e da dove venisse. Solo alle 13.30 la situazione è tornata alla normalità con i ragazzi che hanno potuto tornare a scuola a prendere libri e cartella e tornare a casa. Gli intossicati, fortunatamente senza gravi sintomi, sono stati trasferiti per accertamenti negli ospedali di Codogno e Lodi. 

Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco col nucleo Nbcr per le analisi del caso. La causa delle intossicazioni è da ricondursi - come detto - a uno spray al peperoncino. I pompieri hanno infatti trovato nei locali al piano interrato attigui alla palestra una bomboletta. Lo spray è stato preso in consegna dai carabinieri, che si sono occupati delle indagini. la scuola sarà normalmente aperta domani.

(ha collaborato MARIO BORRA)