I soccorsi al bimbo caduto a Casalmaiocco
I soccorsi al bimbo caduto a Casalmaiocco

Casalmaiocco (Lodi), 14 settembre 2019 - Precipita dal balcone di casa ma l’addetto all’autolavaggio lo vede e lo salva per miracolo. E’ un 20enne eroe, rimasto leggermente ferito ma con la felicità nel cuore, ad aver salvato un bambino di 4 anni precipitato da circa 10 metri di altezza. Si tratta di un piccolo di Casalmaiocco, che abita al primo piano di un’abitazione lungo la strada provinciale 159. I clienti del benzinaio autolavaggio hanno dato l'allarme e il dipendente e un altro uomo hanno cercato di avvicinarsi e parlare al bambino ma lui non si è fermato fino a cadere. Il 20enne è però miracolosamente riuscito a prenderlo tra le bracciaI due uomini, in particolare il 20enne eroe, sono caduti a terra per acciuffarlo. Entrambi non sono gravi. 

LE INDAGINI - La procura della Repubblica di Lodi ha aperto un'indagine per l'ipotesi di reato di abbandono di minori. L'iscrizione sul registro degli indagati riguarderà i familiari o il familiare che si riterrà avesse, nel momento in cui è avvenuto l'incidente, l'obbligo di custodia del minore. Stando a testimonianze acquisite, il bambino si sarebbe, infatti, trovato solo nell'appartamento al momento dei fatti. "Sarà fatta - spiega il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro - anche una segnalazione al tribunale dei minorenni".

EROE PER CASO - “Sto bene, sto bene” ha detto in ospedale Angel Vargas di Sordio, l'eroe che ha messo in salvo il bimbo. Ha chiesto delle condizioni di salute del piccolo, poi è scoppiato in lacrime con il cuore gonfio di felicità, ma provato dalle circostanze.  Il 20enne fatica a camminare, ha escoriazioni importanti a un ginocchio, altre più lievi sotto il mento e a una mano, ma sta bene. E' stato dimesso nel pomeriggio con una prognosi di 10 giorni. Il 20enne, in Italia da 12 anni, è dipendente part time dell’area di servizio di Casalmaiocco sulla provinciale 159 e studente di informatica alle serali. Studia all’Itis di Lodi.

I SOCCORSI - Sul posto sono presto arrivati gli agenti dell’Unione di polizia locale nord Lodigiano per ricostruire l’accaduto, l’auto medica di Lodi, un’ambulanza della Croce bianca di Paullo e l’elisoccorso di Milano che però, per fortuna, non è poi servito.