Quotidiano Nazionale logo
29 gen 2022

Borghetto Lodigiano: anziani truffati da finti agenti della polizia locale

Coppia di pensionati raggirata: spariti gli oggetti preziosi che custodivano in casa

carlo d'elia
Cronaca
Truffa agli anziani (Archivio)
Truffa agli anziani (Archivio)

Borghetto Lodigiano - Ancora una volta gli anziani nel mirino dei malviventi. Secondo quanto ricostruito due ladri si sarebbero finti agenti di Polizia locale per entrare nella casa di due anziani residenti in paese. L'episodio è accaduto ieri pomeriggio. I due criminali hanno approfittato della situazione per farsi consegnare gli oggetti preziosi che la coppia custodiva all'interno dell'abitazione. Poi la fuga, con le due vittime, 75enni, che non hanno potuto fare altro che chiamare le forze dell'ordine. Le indagini sono appena iniziate. Al setaccio i sistemi di videosorveglianza della zona di Borghetto Lodigiano. Il Lodigiano torna nel mirino dei truffatori di anziani. Dopo settimane di relativa tranquillità, il territorio ritorna preda dei criminali che raggirano gli anziani.

A fine ottobre scorso, un caso simile aveva colpito un’anziana di Maleo, derubata di soldi e monili in oro. L’ennesimo raggiro agli anziani con truffatori che, spacciandosi per agenti di Polizia locale, aveva convinto la vittima a verificare che le non le avessero rubato i soldi e i monili in oro e facendosi di fatto consegnare quello che poi sarebbe diventata la refurtiva. A settembre scorso, sempre nel Lodigiano, un altro caso. La vittima un'anziana residente a Graffignana. "Siamo tecnici dell’acqua, ci faccia vedere dove è il contatore": questa la scusa che avevano usato due uomini per convincere la donna a farli entrare nell'abitazione. E così era scattato il furto: mentre uno dei due malviventi distraeva la vittima, l'altro agiva indisturbato nella casa. Ingente il bottino: alla donna le erano stati rubati tutti i gioielli, per un valore stimato in 3mila euro.

Quello delle truffe agli anziani è un tema che la Prefettura di Lodi ha deciso di affrontare con forza. A dicembre il prefetto di Lodi Giuseppe Montella, in collaborazione con l'associazione dei commercianti di Lodi, Asvicom, aveva presentato un vademecum da seguire per aiutare gli anziani a non subire truffe. L'opuscolo raccoglie una serie di consigli in "pillole" per gli anziani lodigiani quando sono a casa, quando camminano per strada o si fermano in un'attività commerciale, ma anche al telefono oppure online. "Controlla prima di aprire la porta a sconosciuti" ,"porta con te solo denaro che ti è indispensabile" o "non lasciarti distrarre da sconosciuti mentre maneggi denaro".

Dritte anche per l'utilizzo dei social ("Presta attenzione alle informazioni che pubblichi sui social") o sulle truffe online per acquisti ("diffida degli acquisti troppo convenienti"). Questi solo alcuni dei consigli che sono presenti nel volantino che  verrà messo a disposizione in vari punti della città, nei negozi, supermercati, studi medici e centri postali. Coinvolti nel progetto Asvicom, l'associazione dei commercianti di Lodi, i carabinieri, la polizia di stato, la polizia locale di Lodi e la Guardia di finanza.

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?