Lodi, 13 giugno 2018 - Una bombola da sub, per cause ancora in corso di accertamento, si è staccata ieri sera, poco prima delle ore 21, dal compressore sotto cui era in ricarica presso la piscina coperta della Faustina a Lodi, ed è partita come un grosso proiettile, riuscendo ad abbattere la porta metallica antincendio del piccolo locale che si trova in un angolo del centro natatorio Sporting Lodi.

Un 63enne, presente alla lezione della Scuola Subacquea Laudense, ha riportato un taglio in testa a causa del cedimento della porta. Ma per fortuna, dato anche l'orario in cui l'utenza è ridotta, la bombola si è poi fermata lungo il bordo vasca senza colpire direttamente nessuno. Sia i Vigili del fuoco, chiamati in un primo momento ma che non hanno dovuto effettuare alcun intervento, sia gli agenti della Questura, che hanno poi posto sequestrato bombola e compressore, parlano di tragedia sfiorata. Le lezioni della scuola per sub alla Faustina, dove esiste una 'fossa' che si apre per le esercitazioni dei sommozzatori, resteranno ferme fino alla conclusione delle indagini.