Miguel Angel Magnoni (StudioSally)
Miguel Angel Magnoni (StudioSally)

Sesto San Giovanni (Milano), 19 dicembre 2015 - Pronostico sovvertito: la Coppa Italia regionale d'Eccellenza è dell'Ardor Lazzate. Allo stadio Breda di Sesto San Giovanni a vincere per 2-0 sono i milanesi, che battono il Legnano con un gol per tempo è una partita dai due volti: buona nel primo tempo, inesistente nel secondo. Vista proprio la ripresa, a meritare la vittoria sarebbe stato il Legnano.

Primo tempo nel cui succede praticamente di tutto: primo quarto d'ora appannaggio dell'Ardor Lazzate, che preme di più e fa la partita. Il Legnano cerca di agire di rimessa, ma viene colpito proprio nel momento migliore: al 20' Malaspina batte il calcio d'angolo, Iacovelli salta più in alto di tutti e infila di testa il portiere lilla Houehou. È la rete che decide il primo tempo. Se vuole portare a casa la Coppa, però, il Legnano deve reagire e lo fa gettandosi in avanti. Ne ricava però praticamente soltanto calci piazzati. Nonostante corner e punizioni, il portiere dei milanesi non viene quasi mai chiamato in causa. Tanti i falli, ma anche tanti gli errori. E poi a pochi minuti dalla conclusione della prima frazione avviene il patatrac: espulsi Magnoni per il Legnano e Cicola per l'Ardor Lazzate. Il battibecco sarebbe stato causato da una protesta molto, troppo vibrante, di Cicola nei confronti di Magnoni, reo secondo l'avversario di aver proseguito il gioco nonostante un giocatore a terra.

Nel secondo tempo in campo c'è solo il Legnano. Il tecnico Di Gioia le prova tutte, mettendo in campo anche Laraia, attaccante tornato da poco a Legnano, e i neoacquisti Pelucchi e Pinelli. Il Legnano ci prova in ogni modo, ma paradossalmente ad andare in rete è l'Ardor Lazzate: al 43' Borlina condanna il Legnano al definitivo 2-0 e regala la Coppa alla propria squadra.

di CRISTIANA MARIANI