Legnano-Casalmaggiore: i protagonisti
Legnano-Casalmaggiore: i protagonisti

Castellanza (Varese), 3 dicembre 2017 - Eroiche. Solo così si possono definire le giallonere della Sab Legnano, che battono per 3-2 la Pomì Casalmaggiore - peraltro raggiungendo proprio questa compagine in classifica - nella nona giornata di serie A1 del campionato femminile di volley al termine di una battaglia incredibile. Un 3-2 che lancia un messaggio evidente: Legnano c'è senza se e senza ma.

Parte col turbo Legnano, con Caracuta, Mingardi e Degradi grandi protagoniste. Così come sono protagoniste poco dopo la disattenzione delle giallonere e Guiggi, Guerra e Starcevic fra le ospiti: si arriva sul 7-7. Le due squadre si ripondono colpo su colpo. Casalmaggiore mette la freccia con Stevanovic: 13-11.  Legnano si avvicina, Starcevic e compagne l'allontanano. Un errore di Mingardi porta le rosa in vantaggio per 19-16. Il muro di Guerra su Pencova la dice lunga su come finirà il set. E infatti è la Pomì a festeggiare: 25-18. Nella seconda frazione Legnano continua a sbagliare molto al servizio e Casalmaggiore ne approfitta: 8-5 per le ospiti. Mingardi e Newcombe cercano di tenere a galla la Sab. Che si avvicina, fino al 13-13 firmato da Pencova. Degradi e Martinelli firmano il break: 16-13 per la squadra di casa. Tre ace consecutivi di Degradi e il PalaBorsani esplode: Legnano ipoteca il set. E lo vince poco dopo con il punteggio di 25-18. Terza frazione, nuova battaglia. Legnano vive qualche difficoltà di troppo anche a causa delle non ottime condizioni fisiche di Pencova. Guiggi firma il 10-5 per le rosa. Newcombe, Caracuta e Degradi provano a tenere il passo. Gli errori delle giallonere però sono ancora una volta troppi e così le rosa vanno sul 19-11 prendendo il largo in modo importante e andando a vincere: 25-15.

Nella quarta frazione comincia forte Casalmaggiore, che riesce a mettere anche diversi punti fra sè e le avversarie. Si arriva però poi sul 6-6 e Legnano ingrana la marcia. Arrivando con capitan Newcombe sull'11-8, con qualche problema in ricezione per Guerra.  Si arriva al pareggio: 15-15. Ogni pallone scotta. Sul 20-18 break di Legnano, Degradi sbaglia ma Caracuta toglie le castagne dal fuoco. Si arriva sul 22-21, la partita è davvero emozionante. Il muro di Guerra su Mingardi firma il 23-23. Poi arriva il capitano: Newcombe mette a segno un uno-due letale che porta la contesa al tie-break: 25-23 per Legnano. Quinto set nel segno degli errori: uno al servizio di Pavan porta Legnano in vantaggio per 4-3. Ma Starcevic su Pencova riporta la parità: 4-4. Proprio sul 5-4 della Pomì Degradi cade male sulla caviglia già dolorante: è una brutta tegola per Legnano.  Break ospite con Stevanovic sulle cui mani si stampa un attacco di Mingardi: 6-4.  Poi le Aquile spiccano il volo: Martinelli mura su Pavan e fa esplodere il PalaBorsani. Si gioca colpo su colpo, ma a mettere la testa avanti sono le rosa. Sull'11-10 cartellino rosso per la panchina di Casalmaggiore a causa delle eccessive proteste delle rosa: 11-11. E poi? E poi praticamente si gioca un altro set, nel quale tutte le Aquile sono eroiche. Pencova e Degradi macinano gioco e punti nonostante gli infortuni, Lussana prende ogni pallone, Caracuta illumina, Mingardi butta oltre la rete pallone e cuore, Martinelli è preziosa, Cecchetto precisa, Newcombe cinica, Drews grintosa.

Sab Legnano-Pomì Casalmaggiore 3-2 (18-25, 25-18, 15-25, 25-23, 23-21)
Legnano:
Pencova 11, Caracuta 3, Degradi 19, Martinelli 4, Mingardi 26, Newcombe 16, Lussana (L);  Bartesaghi, Cumino, Coneo, Cecchetto, Drews 2. Ne Ogoms. All. Pistola.
Casalmaggiore: Guerra 22, Guiggi  8, Pavan 15, Starcevic 17, Stevanovic 12, Rondon 4, Sirressi (L); Napodano, Zago, Lo Bianco. Ne Martinez, Cyr, Zambelli. All. Lucchi.
Arbitri: Davide Prati, Fabio Bassan.
Note: Spettatori 770. SAB: battute vincenti 9, battute sbagliate 12, attacco 42%, ricezione 62%-39%, muri 10, errori 26. Casalmaggiore: battute vincenti 8, battute sbagliate 9, attacco 43%, ricezione 59%-41%, muri 11, errori 19.

Premio Il Giorno: Pencova