Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Manca il numero legale in Consiglio: è crisi di maggioranza a Parabiago

La seduta consiliare è stata rimandata a causa delle assenze di tre consiglieri comunali di maggioranza: si sarebbe dovuto parlare anche del Photored sul Sempion

di DAVIDE GERVASI
Ultimo aggiornamento il 29 settembre 2017 alle 12:53
Raffaele Cucchi (StudioSally)

Parabiago (Milano), 29 settembre 2017 - Semaforo rosso al Consiglio comunale. Sulla seduta consigliare convocata l'altra sera anche per discutere sulla presunta irregolarità del photored installato sul Sempione è scattato infatti uno stop che preoccupa ora non poco la Giunta di centrodestra guidata dal sindaco Raffaele Cucchi. Ancora una volta (era già successo nei mesi scorsi) è andata in scena l'assenza di alcuni consiglieri comunali di maggioranza, a dimostrazione dei malumori che continuano a serpeggiare all'interno della Lega Nord e di Forza Italia. Ma mentre nelle sedute precedenti si era poi riusciti a raggiungere il numero legale e consentire così il lavoro istituzionale del Consiglio comunale, l'altra sera ciò non è avvenuto.

Gli assenti sono risultati essere Andrea Lotterio (Forza Italia), Paolo Rimoldi (Lega Nord) e Stefania Zerbini (Lega Nord). Presenti (tranne il neo papà Giorgio Colombo) invece i consiglieri di opposizione: Alessandra Ghiani, Anna Maria Cogliati, Laura Schirru e Edoardo Bollati e Christian Vitali. Tutti loro sono rimasti seduti tra il pubblico in attesa dei tre della maggioranza che tardavano ad arrivare e che poi appunto sono risultati essere assenti. Da qui niente numero legale e il Consiglio comunale è quindi stato rimandando, dando di fatto un segnale forte sulle tensioni in seno alla maggioranza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.