L'area feste di Sedriano
L'area feste di Sedriano

Sedriano (Milano), 27 luglio 2018 - Continua, dopo le assemblee aperte di giugno, la polemica sull’area feste di via Allende. Opera voluta dall’Amministrazione Celeste e da diversi anni al centro di tira e molla politici. L’ultima parola è stata pronunciata durante l’ultimo Consiglio comunale, quando la Lega si è risentita per la comunicazione da parte del sindaco Angelo Cipriani della vittoria dell’attuale Amministrazione pentastellata in tribunale per quanto riguarda l’ambito B dell’area (tre gli ambiti interessati: A, B e C). La Lega , con il suo esponente in Consiglio Roberto Scurati, ha voluto dire la propria sulla questione seguendo le orme del gruppo di centrodestra, che costituiva all’epoca l’Amministrazione Celeste. «Nessuna causa sull’ambito B è stata vinta dal sindaco e dalla sua Amministrazione - puntualizza la Lega - e i soldi di cui si parla, circa 42mila euro, sono stati detratti grazie a una causa intrapresa precedentemente. Questa causa è stata persa». «Ricordiamo - prosegue Scurati - che il legale precedente, Gianluca Borghesan, aveva sconsigliato l’Amministrazione nel procedere con ulteriori ricorsi, accettando invece una transazione bonaria per mettere fine a una vicenda politica e penosa. Continuiamo a chiederci dove si trovino attualmente i soldi che secondo Cipriani sono stati accantonati per coprire i costi della questione, soldi che comunque sono stati accantonati dalla precedente Amministrazione allo scopo». 

In seguito alle critiche ricevute durante l'assemblea pubblica sulla questione, il sindaco aveva ribadito il proprio operato in merito: «Allo stato dei fatti abbiamo portato dati e numeri precisando le nostre ragioni, e cioè che alla fine abbiamo dimostrato che l’opera non è stata fatta a regola d’arte. Ci siamo limitati a proseguire un discorso aperto, anni fa, dai commissari».