Cerro Maggiore (Milano), 4 aprile 2018 - Circa 250 dipendenti e un fatturato che nel 2017 ha raggiunto i 132 milioni di euro. Ab Medica rappresenta un’eccellenza non solo a livello lombardo, ma un fiore all’occhiello tutto italiano che ha fama internazionale. L’azienda si occupa di apparecchi elettromedicali, di cui in molti casi cura soprattutto la distribuzione in Italia, Spagna, Portogallo e Slovenia e in altri si occupa anche della ricerca, dello sviluppo e della realizzazione di alcune strumentazioni. Attiva da 34 anni, Ab Medica si è trasferita soltanto tre anni fa in via Kennedy a Cerro Maggiore. Lo stabilimento si vede anche transitando in autostrada e ha la forma di un enorme scafo. «L’idea è proprio quella - commentano dall’azienda -, quella della forma di una sorta di una navigazione continua».

Grandi macchinari distribuiti in Italia e in altri Paesi d’Europa, ma anche strumentazioni di dimensioni più ridotte ma ideate e realizzate all’interno di Ab Medica: l’impresa cerrese punta molto sul reparto di