Marco Luoni del Nuovo Tennis di Buscate
Marco Luoni del Nuovo Tennis di Buscate

Buscate (Milano), 17 febbraio 2019 - Ogni settimana, puntuale come un orologio, per oltre un mese uno o più ladri si sono introdotti nel suo circolo di tennis, rubando e provocando danni, come in preda di una sorta di persecuzione. Stanco di subire continuamente angherie da parte di malviventi che, almeno all’apparenza, si accontentano di pochi spiccioli pur di creare disagio alla clientela, Marco Luoni, titolare del «Nuovo Tennis» di Buscate ha deciso di raccontare la propria disavventura, oltre a fare denuncia ai carabinieri. I furti sono iniziati circa un mese fa e ad oggi gli episodi denunciati sono sei, per un bottino totale di qualche migliaio di euro. Marco Luoni del Nuovo Tennis di Buscate

«Il danno più grande è stato causato dal furto di una decina di racchette di clienti - ha raccontato Luoni - che avevo in ufficio, accanto a un macchinario che ne risistema le corde, e che sono state portate via dai ladri». Racchette a parte, ha spiegato il titolare del blasonato e conosciuto circolo del tennis, spesso sede di tornei e appuntamenti di prestigio, «le altre volte hanno portato via solo spiccioli che custodivo in una cassetta, che è stata rotta più volte e che ora lascio direttamente aperta e in bella vista per mostrare che non contiene nulla».

Oltre alla comprensibile amarezza per l’accaduto, in particolare per i danni subiti, Luoni è deluso da quella che sembra davvero essere «una persecuzione». Le immagini delle telecamere di videosorveglianza del circolo, già acquisite dagli investigatori, mostrano un uomo con un cappuccio in testa, che però in più di un’occasione è stato ripreso in faccia. In altre circostanze, quello che sembra lo stesso malvivente sembra passare quanto asportato ad un’altra persona, il che lascerebbe pensare che vi sia anche un complice.

Per far fronte alla sequela di furti, Luoni ha già dotato il circolo di un maxi sistema di illuminazione, di giorno e di notte, oltre ad aver potenziato i sistemi di allarme e videosorveglianza. Il sindaco di Buscate, Fabio Merlotti, dopo essersi recato sul posto ha comunicato di aver messo in preventivo fondi per potenziare la videosorveglianza e l’illuminazione civica della zona, quale servizio alla cittadinanza. Grazie al materiale probatorio acquisito, non è escluso che i carabinieri chiudano presto il cerchio intorno al responsabile, dandogli un nome e un volto.