La stazione di Legnano
La stazione di Legnano

Nerviano (Milano), 19 febbraio 2016 - La stazione di Nerviano per ora rimane solo sulla carta. Per anni è stato uno dei progetti più ambiziosi per la città, ma adesso da mesi tutto tace. «Da novembre in avanti non abbiamo più avuto alcun contatto con la Regione e non sappiamo quali siano gli sviluppi sulla vicenda - spiega il sindaco di Nerviano, Enrico Cozzi -. Sapevamo che in Regione stavano lavorando a un progetto che ci riguardava., ma questo era noto ormai da tempo. Poi non ci sono più state ulteriori notizie». Questa opera di Nerviano era stata inserita nel piano regolatore ed era stata individuata un’area di ben 13mila metri quadrati da destinare alle infrastrutture, che si dovrebbe estendere nella frazione di Cantone, producendo anche un notevole indotto per il tessuto economico locale, con la creazione di posteggi, strade e il conseguente sviluppo di attività commerciali e nuove realtà lavorative. L’amministrazione comunale, nell’aprile del 2010, aveva approvato un Pgt che legava proprio il progetto del quarto binario ad interventi di riqualificazione e trasformazione urbana. La doccia fredda in questi giorni è arrivata dalle varie comunicazioni da parte di Rfi, che ha dichiarato che non intende più realizzare stazioni in zone di campagna, preferendo invece i centri abitati.

Un progetto tramontato a causa dalle vicissitudini legali che avevano interessato il progetto della tratta ferroviaria Rho-Gallarate, il cui raddoppio era stato annullato con sentenza prima del Tar e in seconda battuta dal Consiglio di Stato. Oggi la stazione di Cantone, tecnicamente una fermata che in futuro sarebbe senza biglietteria e personale, sembra sempre più lontana così come l’area residenziale annessa.