I soccorsi
I soccorsi

Robecco sul Naviglio (Milano), 22 settembre 2019 - Era impegnato a tagliare i rami di alcune piante nel bel mezzo dei boschi, quando è rimasto folgorato dai fili dell’alta tensione. Un altro incidente sul lavoro è accaduto ieri pomeriggio, questa volta nella frazione di Carpenzago, a Robecco sul Naviglio. L’uomo è un 49enne che vive nella vicina frazione di Casterno e si trovava nello spiazzo boschivo per eseguire alcuni lavori di potatura. Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, stava camminando trasportando un lungo bastone, quando questo ha toccato i fili dell’alta tensione e l’uomo è stato investito da una scarica di 15mila volt, che gli hanno provocato profonde ustioni sulla parte anteriore del corpo. L’allarme è stato dato da chi si trovava con lui. Sono giunti sul posto immediatamente i soccorritori volontari della croce bianca di Magenta, seguiti dall’equipe dell’elisoccorso. La scarica di corrente è stata talmente violenta che, per circa un minuto, è saltata la corrente nelle poche abitazioni della zona tra la strada sterrata di via Molinetto e via IV Giugno, a Carpenzago.

Sono arrivati sul posto anche i vigili del fuoco di Abbiategrasso per mettere in sicurezza la zona e la polizia locale con i carabinieri per gli accertamenti di rito. L’uomo è stato stabilizzato ed elitrasportato nel reparto ustionati dell’ospedale San Gerardo di Monza. Le sue condizioni permangono critiche. Le indagini della polizia locale dovranno chiarire l’esatta dinamica dell’accaduto.  Soltanto pochi giorni fa si era verificato un altro gravissimo incidente sul lavoro, nella vicina Bernate Ticino. Un uomo, titolare di una piccola impresa che esegue lavori di rimozione amianto, stava sostituendo delle lastre di eternit in una ditta quando, a operazioni ormai ultimate, una lastra ha ceduto facendolo cadere per un’altezza di una decina di metri.