I soccorsi arrivati in forze alla stazione
I soccorsi arrivati in forze alla stazione

Parabiago (Milano), 20 novembre 2018 - E' successo tutto nel giro di pochi secondi. Il ragazzo che si incammina lungo i binari in direzione di Varese. Il treno che arriva all'improvviso e lo travolge senza lasciargli scampo. La tragedia che si è consumata poco prima delle sette di sera ha spezzato la vita di un ragazzo di 15 anni, che si trovava nello scalo ferroviario parabiaghese in compagnia di un gruppo di amici.

Quello che all'inizio sembrava un incidente senza un'apparente spiegazione (l'ipotesi del suicidio è subito stata scartata) ha cominciato a chiarirsi a mano a mano che passavano i minuti, dal racconto interrotto dalle lacrime e dai singhiozzi dei ragazzi sotto choc: pare che il sedicenne avesse intrapreso una sfida con un amico più piccolo del gruppo: andare sui binari, sdraiarsi e affrontare l'arrivo dei treni, mettendosi in salvo, alzandosi, giusto pochi secondi prima.

Il tredicenne ci sarebbe riuscito. Al sedicenne il destino ha riservato un altro agghiacciante epilogo: il convoglio in arrivo da Milano e diretto Varese l'ha travolto in pieno. Appena la notizia del gravissimo incidente si è sparsa, in stazione a Parabiago sono arrivati i famigliari e gli amici della vittima. Scene di strazio, urla e, anche, il tentativo di linciaggio dell'amico della vittima. Ambulanze, carabinieri, vigili del fuoco: il piazzale della stazione assomigliava a uno scenario di guerra. Circolazione ferroviaria in tilt sulla direttrice per Varese fino a tarda serata, con i treni suburbani limitati a Varese e quelli regionali o  internazionali (per la Svizzera) con pesantissimi ritardi.