Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
18 apr 2022

Palio di Legnano, corse di prova con caduta: due fantini feriti

Brutto incidente al centro Etrea di Busto Arsizio: il cavallo di Giosuè Carboni ha avuto un cedimento e ne ha trascinati giù altri

18 apr 2022
camilla garavaglia
Cronaca
Legnano corse a pelo 18 04 2022
Legnano corse a pelo
Legnano corse a pelo 18 04 2022
Legnano corse a pelo

Legnano, 19 aprile 2022 -  Un lunedì di Pasquetta segnato dalle corse di addestramento - in previsione del Palio di Legnano del prossimo 29 maggio - ospitate dal centro Etrea di Busto Arsizio. Prima i risultati: la prima batteria, in partenza ieri mattina intorno alle 10.30, ha visto il trionfo di Andrea Farris con Arraju seguito da Alessandro Cersosimo con Ziculith, Federico Arri (San Bernardino) con Bolina da Clodia e Mattia Chiavassa con Antine Day. Prima e seconda partenza false per una batteria che ha aperto in grande stile la giornata. Ancora Mattia Chiavassa e Federico Arri nella seconda batteria, questa volta con Tarocco e Ambra da Clodia: Chiavassa arriva terzo dopo Arri, primo, e Nicolò Farnetani su Angelo Rosso e prima del quarto, Filippo Belloni su Civetta Oroteddesa.

La terza batteria è a tre: ancora Mattia Chiavassa, che arriva secondo su Uan King (cavallo scosso) dietro Giovanni Puddu su Aiò de Sedini e prima di Michel Putzu su Nino. Prima partenza falsa, Chiavassa cade e Uan King vince, appunto, da cavallo scosso. Dopo tre batterie di mezzosangue anglo-arabi, è la volta dei purosangue: con una partenza al limite della perfezione primo Carlo Sanna (San Martino) su Woddy Woodpecker, seguito da Antonio Siri (San Domenico) con Vis a Vis e Gavino Sanna  Sant’Erasmo) con Colpo di Fulmine. La sesta batteria di purosangue ha visto il primo posto di Giovanni Atzeni (Legnarello) con Totò davanti a Carlo Sanna con Cupido e Antonio Siri con Odi et Amo; la settima idem.

Batterie scompaginate e corse sospese per quanto riguarda l’ottava e la nona batteria a causa di un incidente durante la quinta gara: le corse di addestramento sono state fermate in anticipo sui tempi previsti, attorno alle 16.30. Un brutto incidente ha infatti caratterizzato la quinta batteria (purosangue): dopo due false partenze, il cavallo Tigre di Giosuè Carboni (contrada La Flora) ha avuto un cedimento dell’anteriore destro ed è caduto, durante il secondo giro, trascinandosi dietro il fantino e conseguentemente gli altri due fantini alle spalle coi loro cavalli. L’ultimo a cadere è stato Giuseppe Zedde, finito al di là dello steccato mentre il cavallo Batistuta ha proseguito per un po’ la corsa per essere poi riacciuffato dallo staff di scuderia.

Preoccupazione per Carboni, che è stato portato via in ambulanza subito dopo la caduta. Al momento non ci sono informazioni certe sul suo stato di salute. Anche Matteo Chiavassa, in seguito alle cadute, è stato portato al pronto soccorso. Giosuè Carboni è l’ultimo fantino ad avere vinto il Palio a Legnano, quello disputato lo scorso settembre dopo la sospensione del 2020: Carboni ha trionfato con i colori rossoblù, gli stessi con cui dovrebbe correre il 29 maggio (se le condizioni lo permetteranno). Le corse di addestramento sono tutte molto sentite, ma quelle di ieri in particolare sono state un test importante per il mondo del Palio di Legnano. Manca ormai poco più di un mese all’appuntamento del 29 maggio: quella di ieri era l’ultima prova prima della corsa più attesa.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?