Uno sciopero dei lavoratori della NMS Nerviano Medical Sciences

Nerviano (Milano), 8 ottobre 2017 - "Dopo anni do sofferenze, incognite e battaglie sul futuro di Nms, l’interesse manifestato da parte di una grande società del gigante asiatico è un ulteriore riconoscimento del valore del centro". I segretari generali di Filctem, Femca e Uiltec Lombardia, Rosalba Cicero, Paolo Ronchi e Fabio Pennati salutano con entusiasmo e soddisfazione l’offerta arrivata da Shanghai per l’acquisizione di Nerviano Medical Sciences - Sari Investment Management, fondo cinese che fa capo allo Shanghai Advanced Research Institute, ha avanzato nei giorni scorsi un’offerta per l’acquisizione almeno del 90%, ovvero praticamente tutto il centro di ricerca oncologica farmaceutica di via Pasteur - e che è stata giudicata ammissibile da parte di Regione Lombardia. Proprio la Regione, infatti, aveva emesso il bando per la cessione di Nms a maggio. Bando per il quale erano arrivate due offerte, ma non conformi alle richieste. La seconda gara aveva quindi visto come unica partecipante la società cinese.

Il centro di ricerca oncologica farmaceutica è da qualche anno di fatto di proprietà pubblica, visto che l’unico azionista di Nerviano Medical Sciences è la Fondazione regionale per la ricerca biomedica creata appositamente per salvare la società nervianese. Dopo diverse traversie, per Nms con l’offerta cinese sembra poter finalmente essere arrivato il momento della svolta. "Continueremo a seguire con grande attenzione l’evolversi della situazione non solo in riferimento al processo di acquisizione certamente importante, ma vigileremo anche affinché la realtà che si andrà a definire comprenda un piano industriale che, oltre a risanare il debito pregresso, preveda investimenti per garantire qualità, investimenti e occupazione, valorizzando il know how che si è determinato con il grande impegno di tutte le lavoratrici e i lavoratori di Nerviano Medical Sciences» sottolineano i tre dirigenti sindacali. A questo punto si attendono le decisioni di Regione Lombardia in merito all’offerta arrivata da Sari: advisor legali e finanziari sono al lavoro per capire se si tratti di una proposta realmente valida è conforme in tutti gli aspetti. Soltanto dopo il completamento della fase di verifica si potrà passare a quella d’azione vera e propria. Quella che potrebbe davvero cambiare il destino di Nms e dei suoi dipendenti.