Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Biciclette vietate in centro, a Legnano le prime multe

Tregua finita nella ztl in piazza San Magno: si deve procedere solo con le biciclette a mano

di PAOLO GIROTTI
Ultimo aggiornamento il 10 dicembre 2017 alle 09:22
Vigili a Legnano

Legnano (Milano), 10 dicembre 2017 - La tregua è finita e il periodo concesso per adattarsi alle nuove norme pure: da venerdì 8 dicembre, dopo una settimana di consigli e indicazioni fornite ai frequentatori della zona, la polizia locale ha iniziato a multare i ciclisti che non rispettano l'ordinanza nella Ztl del centro città, quella che impone di condurre la bici a mano all'interno dei confini della stessa zona a traffico limitato. A mezzogiorno di ieri risultava che già nove ciclisti fossero stati multati con la sanzione da 50 euro prevista in questo caso specifico.

Polemiche? Ovviamente sì. Dove? Altrettanto ovviamente sui social network, dove è bastato che venisse pubblicato il racconto, non verificato nei particolari, di un caso singolo per scatenare una discussione che ha presto assunto toni sopra le righe e non sempre attinenti. Oggetto del contendere sono diventati dunque i possibili limiti di tolleranza e le deroghe "non scritte" da concedere rispetto alla norma. «Non abbiamo fatto altro che applicare le regole - spiegano dal comando di corso Magenta a proposito dell'ordinanza sperimentale che, in vigore dal primo dicembre, sarà ora attiva sino al 15 gennaio - dopo una settimana in cui siamo stati impegnati a informare la cittadinanza in tutti i modi possibili".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.