Controlli in centro a Legnano
Controlli in centro a Legnano

Legnano (Milano), 30 giugno 2020 - È passato un mese dalla maxirissa di piazza San Magno ma il centro di Legnano non conosce ancora pace, soprattutto fra le bande di ragazzi che nel fine settimana si ritrovano in massa nel cuore della città. Così nel week-end appena trascorso, in particolare dopo la mezzanotte di venerdì, episodi di violenza fra gruppi di giovanissimi si sono riproposti. Teatro dell’aggressione è stata la zona fra via Palestro, via Giolitti e piazza don Luigi Sturzo. Calci alle automobili parcheggiate, bottiglie rotte, bestemmie, urla e sberle. Alla fine due ragazze di 15 e 18 anni e un giovane di 19 anni hanno dovuto ricorrere alle cure della Croce Rossa di Busto Arsizio. Avevano preso un po’ di botte, ma tutto sommato stavano bene. Medicati sul posto, tutti e tre hanno rifiutato il trasporto in ospedale e se ne sono tornati a casa. I protagonisti? Una cinquantina di ragazzi, molti ancora minorenni. I motivi? I soliti futili motivi che portano a gesti da teppisti nel pieno centro cittadino. Sarà adesso la polizia ad indagare per l’ennesima volta e a dover cercare di capire quali siano stati i protagonisti e anche i motivi di questa ennesima rissa.

La volta scorsa 17 persone sono finite per essere indagate dalla Procura di Busto Arsizio. Tutto risulta ancora secretato, ma da indiscrezioni in questo caso un ragazzo risulterebbe già indagato. La polizia intanto aumenterà ancora una volta i controlli in tutta la zona centrale della città. I ragazzi identificati sarebbero molti di più e si attende anche la prova fotografica per incriminarne altri. In particolare la polizia vuole scoprire se questa serie di risse sia in qualche modo da collegare e se qualche protagonista sia recidivo. In ogni caso l’attenzione in città verso questo episodi di violenza da parte dei cittadini è alta. Residenti preoccupati, genitori che non riescono più a dormire con tranquillità sapendo che i propri figli potrebbero essere le prossime vittime dal branco.

Gli episodi di questo mese sono davvero emblematici: il 23 maggio la maxirissa in centro, il 28 un ragazzo e una ragazza se la sono presa con un disabile picchiandolo con le sue stesse stampelle, domenica 14 giugno una ragazza 22enne è stata aggredita alle 3 di notte in via Giolitti, lo scorso mercoledì altre due ragazze di origine straniera hanno fatto a botte nel parchetto di via Quadrio. Tutto questo ha portato a controlli e denunce, ma probabilmente non è bastato visto il clima di tensione di questi ultimi giorni. Una situazione che la Lega Giovani di Legnano ha denunciato con un flashmob contro degrado e vandalismi che si stanno verificando nelle ultime settimane nella città del Carroccio.