Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
11 giu 2022

Magnago lunedì avrà un nuovo sindaco

A guidare il Municipio potrebbe essere Gianluca Marta (centrosinistra) o Dario Candiani, ex medico di base sostenuto dal centrodestra

11 giu 2022
La città di Magnago si prepara all’appuntamento con le urne
La città di Magnago si prepara all’appuntamento con le urne
La città di Magnago si prepara all’appuntamento con le urne
La città di Magnago si prepara all’appuntamento con le urne
La città di Magnago si prepara all’appuntamento con le urne
La città di Magnago si prepara all’appuntamento con le urne

MAGNAGO

di Giovanni Chiodini

Comunque vada lunedì pomeriggio i magnaghesi avranno un nuovo sindaco. Carla Picco - che non ha intenzione di abbandonare il suo impegno politico-sociale a favore del paese - ha concluso i dieci anni di mandato. Il suo scranno potrebbe essere occupato da Gianluca Marta, in continuità con l’amministrazione Picco, o da Dario Candiani, l’ex medico di base che è sostenuto dai partiti del centrodestra e dall’ex pentastellato Brunini. Tutto diverso da quello che accadde cinque anni orsono quando a competere per la poltrona di sindaco erano in quattro. Allora l’uscente Picco venne riconfermata col 49% dei consensi staccando nettamente il candidato del centrodestra (23,8%). I Cinque Stelle si fermarono al 15,35% mentre il civico Mario Ceriotti ebbe l’11,87% dei voti. Stavolta Ceriotti, che nel 2012 aveva anche gareggiato con la stessa Picco per la poltrona di sindaco, non è sceso in campo e i suoi voti potrebbero risultare decisivi per l’uno o l’altro dei candidati. La campagna elettorale non è mai trascesa. I due contendenti hanno avuto modo in più occasioni di esternare i loro programmi. Marta si è presentato nel segno della continuità col lavoro svolto in questi dieci anni dalla compagine di centrosinistra e con la prerogativa di una lista collaudata, coesa e preparata (tra i candidati c’è la stessa Picco). Il giovane candidato di Progetto Cambiare ha posto come primo obiettivo il completamento delle opere già avviate o progettate, dalla pista ciclopedonale di via Sardegna alla realizzazione di una sala polifunzionale nei locali della ex biblioteca al parco Lambruschini, con relativo intervento di sistemazione del parco.

Dario Candiani di "Insieme", sostenuto da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e dalla civica SiAmo Magnago e Bienate dove è confluito il pentastellato Brunini, si è presentato come l’uomo del dialogo, interprete di un modo di far politica che pone il cittadino in primo piano, vicino ai momenti decisionali. Uno degli obiettivi primari è rendere il paese gradevole e vivo, promuovendo eventi nei diversi mesi dell’anno coinvolgendo le attività locali, anche per favorirne uno sviluppo che coincida con la possibilità di avere nuovi posti di lavoro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?