Quotidiano Nazionale logo
13 mar 2022

Abbiategrasso, Hospice in campo per l'Ucraina

Una raccolta di fondi e medicinali è già partita alla volta della Romania grazie alla solidarietà di volontari e associazioni

francesca pannone
Cronaca
UKRAINIAN COUNTRYSIDE IN NORTH LWIV CHECKPOINT FOR THE ARRIVAL OF BUSES FOR CIVILIANS RUNNING TO POLAND. HUSBANDS AND FAMILIES ACCOMPANY WOMEN AND CHILDREN BEFORE SAYING GOODBYE AND RETURN TO LWIW

UCRAINA NORD LWIV PUNTO DI CHECKPOINT PER L'ARRIVO DI AUTOBUS PER CIVILI IN FUGA VERSO LA POLONIA
Profughi dall'Ucraina

Abbiategrasso (Milano), 13 marzo 2022. L'Hospice di Abbiategrasso donerà 1000 euro per l’acquisto di antibiotici, antidolorifici e materiale per medicazione per il popolo ucraino. L'organizzazione abbiatense no profit ha risposto in questo modo all'appello di Benedetta, dottoressa di medicina generale che, con i suoi pazienti ucraini, organizza trasporti per consegnare materiale sanitario alle persone colpite dai bombardamenti. In base a quanto riportato sul comunicato presente sui propri canali social, Hospice Abbiategrasso ha dichiarato di aver preso questa decisione, «perché malattia e guerra sono sinonimi. Esistono, infatti, evidenti analogie: sofferenza, dolore, senso di impotenza e vite sconvolte. Per questo l’Hospice ha deciso di essere in prima linea, perché se è impossibile fermare le bombe, si può almeno provare ad arginare il dolore e la sofferenza che le esplosioni generano.».

Sarà Vasyl, un ragazzo ucraino residente in Italia a consegnare gli scatoloni a chi li porterà al confine tra Romania e Ucraina. Benedetta racconta che «la raccolta per l'Ucraina è nata a Cesate, dove lavoro come medico di medicina generale. Il merito va a Vasyl, un mio assistito che è in Italia con la propria famiglia.» Per gli aspetti logistici, Vasyl è aiutato da una famiglia italiana che, all'inizio, per la raccolta dei pacchi ha messo a disposizione il proprio garage, poi, lo spazio del loro ex-negozio. Un amico ucraino di Vasyl, in possesso di una ditta di trasporti internazionale, ha donato gratis i suoi autisti e tir.

«Nel momento in cui è scoppiata la guerra questi tir erano fuori dall'Ucraina e così, non potendo rientrare, ha pensato di utilizzarli per fare la spola dall'Italia al confine. In questi 13 giorni hanno già fatto diversi viaggi portando cibo, vestiti e materiale sanitario. Sono aiutati per le spese di trasporto dalla comunità cattolica Ucraina di Milano, in particolare da don Igor Krupa. Un camion di farmaci e materiale sanitario è arrivato martedì a destinazione al confine con la Romania e i pacchi sono stati consegnati al personale di un ospedale non lontano dal confine, da lì smistano e procedono con la distribuzione in altri ospedali. Vasyl è in contatto diretto via Whatsapp con un medico ortopedico che ha chiesto materiale sanitario specifico e farmaci» ha terminato la donna. Per informazioni, consultare il sito internet e le pagine Facebook e Instagram di Hospice di Abbiategrasso.

Nel frattempo, mercoledì 16 marzo terminerà anche la raccolta fondi organizzata da Federfarma, che vede l'adesione delle farmacie italiane, tra cui la Farmacia Zorzi Abbiategrasso, in corso XX Settembre. Per partecipare all'iniziativa, è sufficiente andare in farmacia e aggiungere al proprio acquisto uno o più prodotti dell'elenco scritto nel volantino che saranno, poi, devoluti agli ospedali e persone ucraine. Il volantino è disponibile sulle pagine Facebook e Instagram di Farmacia Zorzi Abbiategrasso e sulla pagina Instagram di Farmacie Comunali Abbiategrasso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?