Legnano, 22 giugno 2013 - Lascia il Movimento Cinque Stelle in netto contrasto con Beppe Grillo. L'ex candidato sindaco alle scorse amministrative, Daniele Berti, si dimette dal consiglio comunale e martedi prossimo alle 16 nella sala degli stemmi di Palazzo Malinverni, ha convocato una conferenza stampa per raccontare le ragioni delle sue dimissioni da consigliere comunale del Movimento 5 stelle.

"Mi sta troppo a cuore il tema del Movimento che ho visto nascere e crescere e che ora vedo morire - spiega Berti -,lascio il mio posto privilegiato e faccio la lotta da attivista, magari qualcosa otterremo tutti. Non scappo come un coniglio,non passo al gruppo misto,voglio un movimento fatto come da promessa, non una creatura di due soci con i loro raccomandati,e se dico questo è perchè so quello che affermo e lo dovete sapere tutti. Può essere un favore ai partiti ? No, è un favore a noi stessi,liberi di credere o di mandarmi a quel paese come cantava Marco Masini".

Berti era candidato sindaco dei Cinque Stelle alle amministrative 2012 ed ha preso oltre 3300 preferenze pari al 13%. Negli scorsi giorni sul suo bog erano comparsi messaggi inequivocabili contro Grillo. "Ho proprio finito le mollette per i veli pietosi. Ci penso ancora una notte,ma l'idea è di togliermi da questo manicomio. Una storia farlocca che copro da troppo tempo. No Beppe,ci prendi continuamente in giro perchè sai che siamo un popolo di creduloni. Non rimarrò in consiglio comunale io lascioe mi farò rieleggere quando sarà,con una lista civica. Se fare rete è questa roba qua, i partiti sono la padella, ma tu purtroppo e dico purtroppo sei la brace".

Negli scorsi giorni anche prese di posizione forti sull'espulsione della senatrice Gambaro: "Non ha rubato nulla e non ha ucciso nessuno dicendo che il problema è Grillo ha posto l'accento su un problema comunicativo".

di Christian Sormani

[email protected]