Magenta (17 gennaio 2018)  – Questa notte i cieli avranno un colore rossiccio. Nelle campagne ma anche nei paesi si accenderanno i roghi nella ricorrenza di sant’Antonio abate, patrono dei contadini e degli animali domestici. Nella tradizione popolare l’appuntamento con i falò di sant’Antonio rappresenta il momento in cui il mondo agricolo attende il risveglio della natura. Non a caso uno dei proverbi di questo periodo è “a sant’Antonio un’ora buona” per significare che da questa data si guadagna un’ora di luce, segno che la stagione primaverile si sta avvicinando. I fuochi vogliono significare purificazione e incoraggiamento alla luce del giorno ad avanzare dopo il solstizio d’inverno. Si credeva pure che se la fiamma del rogo fosse salita dritta verso il cielo l’annata agricola sarebbe stata buona. Insieme ai falò, un’altra usanza di questo giorno è quella della benedizione degli animali, una pratica un tempo molto diffusa e che oggi resiste solo nelle zone con forte vocazione rurale.
Fra limitazioni e norme di sicurezza disposte dai vari sindaci, questa sera molti fuochi si accenderanno nei paesi della vallata del Ticino. In quelli organizzati dalle associazioni, che richiamano il maggior numero di persone, la serata verrà condita anche con frittelle, te, cioccolata calda. Dove trovare un falò e bevande calde? Ad Albairate dalle 20,30 in via Donatori di sangue, a Bernate Ticino dalle 21 nel prato antistante la canonica, a Boffalora Ticino dalle 20 in via Nuova Circonvallazione. A Corbetta si accenderà più di un falò: alle 20 in via Calatafimi nel rione Malpaga e dalle 20,30 nelle frazioni di Cerello e Battuello all’oratorio. A Cuggiono alle 18,30 falò in oratorio e benedizione degli animali, poi dalle 20,45 in frazione Castelletto (via Languria) ci sarà il falò “Sant’Antonio e gli Ufo”. Ad Ozzero la pila di fuoco arderà al parco Cereda di via Primo Maggio. Due falò anche a Robecco sul Naviglio: uno in via Cavour e l’altro in località Cascinazza nei pressi del parco di via Ticozzelli. Ad Abbiategrasso il falò sarà a cura del gruppo La Cappelletta in via Stignani. L’associazione Collage organizza il falò di Nerviano, dalle 18.30 nell’area sagre di via Lazzaretto. Ad Arconate falò e benedizione degli animali in via Quadro sant’Antonio dalle 20. Il falò di Bareggio si farà alle 20,30 alla Brughiera, a Sedriano, dopo i contestati divieti degli anni passati, la catasta sarà accesa in via don Puglisi. Due falò anche ad Ossona: alle 19 in piazza Litta, con degustazione di cotechini e salamini caldi, e dalle 21 in oratorio. G.Ch,.