Lo staff della Sedriano World Cup
Lo staff della Sedriano World Cup

Sedriano (Milano), 18 aprile 2019 - L'Acd Sedriano al centro del mondo. Da questa sera al via la prima edizione della Sedriano World Cup, manifestazione calcistica internazionale riservata ai più giovani e che terminerà il giorno di Pasqua. Numeri pazzeschi quelli raggiunti dall'evento voluto fortemente e ideato sei mesi fa dal presidente del club gialloblù Francesco Cardamone e dal dg Luciano Langione. Nove le nazioni presenti - Italia, Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Danimarca, Serbia, Romania e Bielorussia - millesettecento giocatori protagonisti, centododici squadre partecipanti, duecentotrenta partite da disputare nel giro di tre giorni e sei centri sportivi coinvolti - Sedriano, Parabiago, Ossona, Muggiano, Bareggio e Pov Vittuone -. «Siamo molto tesi, ma allo stesso euforici per l'inizio di questa manifestazione - racconta il presidente Cardamone -. Questa è una tappa fondamentale per la nostra società, potremo dimostrare al mondo quanto la Sedriano calcistica sia cresciuta negli ultimi anni a livello di organizzazione e idee. Nessuno si aspettava questi numeri clamorosi e leggerli fa un certo effetto; ma in questi mesi lo staff ha realizzato qualcosa di eccezionale, lavorando professionalmente e quasi come una società professionistica».

Un evento riservato alle categorie dagli Under 15 ai Piccoli Amici (nati nel 2010) e che coinvolgerà l'intera zona. Il tutto grazie anche alla collaborazione tra più società che hanno dato disponibilità ad ospitare parte dell'evento all'interno dei propri centri sportivi. «Siamo stati accolti al meglio dalla maggior parte dei club, instaurando ottimi rapporti di collaborazione che proseguiranno in futuro - spiega Cardamone -. Tutti hanno capito l'importanza della manifestazione che coinvolgerà anche l'intera comunità. Arrivando società da più parti del mondo, nel nostro piccolo e con uno sforzo non indifferente, siamo riusciti anche a dare un impulso all'economia della zona riempiendo sei hotel, muovendo il settore dei trasporti, del catering e rendendo vivi centri sportivi che nei giorni di pasqua non avevamo in programma attività».

Ma i protagonisti saranno loro, i ragazzi di nove Paesi del mondo di età compresa tra i 9 e i 15 anni che calcheranno i vari campi della zona portando gioia ed entusiasmo all'interno dei vari centri. E oltre a sfidarsi lealmente per conquistare la Coppa, le squadre vincitrici delle categorie 2009 e 2010 parteciperanno di diritto alla Sedriano Cup in programma a maggio dove sfideranno i coetanei di club professionistici. «Il divertimento non dovrà mai mancare - afferma il numero uno del club -. In più sarà l'occasione per i nostri ragazzi di fare nuove conoscenze e avviare un processo di integrazione culturale con i coetanei provenienti da diverse zone d'Europa. L'aspetto agonistico ci sarà, ma non dovrà prevalere sulle giornate di festa che vivremo».